martedì 26 febbraio 2008

Una critica poco sensata...


C'è chi difende la causa perchè ci si trova dentro, e chi la difende per le monetine.
Senz'altro la Tantangelo ieri sera, ha avuto anche un suo torna conto, nel portare a sanremo il mio amico, canzone pro-gay. Riconosco che il testo è un po' banalotto e magari stereotipato in alcuni tratti, ma a mio parere RIMANE TRISTEMENTE innovativo in un Italia come la nostra.
Chi ad oggi aveva mai portato un testo simile a Sanremo?
La musica pure,,, già sentita,,, gigidalessiana,,, non eccezionale... ma fondamentalmente orecchiabile e gradevole. Nel complesso mi è piaciuta molto, anche perchè finalmente qualcuno (pur guadagnandoci) ha avuto le palle di cantare in primissimissima serata qualcosa che va contro il convenzionale, e che riguarda la libertà delle persone.

Ma sappiamo tutti come gli italiani siano sempre i migliori nel criticare senza poi darsi da fare GAY COMPRESI. Le critiche acide che si trovano in rete sarebbero FORSE sensate in Spagna dove la legislatura sta un secolo avanti, ma non in Italia.. Voglio sapere quanti di quelli che hanno criticato pesantemente la canzone si danno poi da fare nel quotidiano per plasmare una società piu tollerante. Vorrei proprio saperlo :)

Ad ogni modo la Tatangelo non è stata la prima e non sarà l'ultima a schierarsi per raccimolare dindi... esempio?
Pensate alla D&G o alla Levi's


Ps se uno vuole essere obiettivo ieri sera la Tatangelo è stata la migliore. gli altri sono stati stonati e noiosi.

Xandro

1 commento:

LUKE ha detto...

Mi è sempre piaciuta questa pubblicità!!!!quando capisce il gico si alza quei jeans con una Grinta..!!!