sabato 23 agosto 2008

Parzialmente informato



Non ho parole per definire le nostre vili testate giornalistiche.
Sono in Italia viene operata questa censura preventiva incivile e bigotta.
Tutti sappiamo dell'aereo della Spanair.
Tutti sappiamo dell'unico italiano a bordo Domenico Riso, stewart dell'AirFrance, vittima anche lui dell'incidente.

Non tutti sappiamo però che questa persona era a bordo con il compagno e il figlio del compagno, insomma con la sua famiglia, anche loro vittime del disastro.
Nonostante viviamo nel paese del gossip, dello sparlare, dei programmi alla c'è posta per te, nel paese dello spulciamento morboso di qualsiasi delitto (ricordate Cogne?) questa volta i giornali hanno tutti omesso questo particolare.
L'unico che se ne è ricordato è stato il corriere della sera, che cita lo stewart e la sua "famiglia" messo rigorosamente fra virgolette, perchè c'era il rischio di essere troppo civili.
E' giusto sottolineare che siamo in Italia e che nessuno vuole offendere la spesso ipocrita sensibilita ultracattolica degli italiani che si ricordano dei valori della loro religione quando gli fà comodo.
Gli altri giornali invece, non hanno proprio riportato la notizia, del genere "i panni sporchi lavateveli a casa vostra".
ANZI NO..
Anche la repubblica, giornale sempre più centrista, (quindi ultra destroide in Europa), se ne è ricordato del particolare, però per controbattere contro l'arcigay, rimproverandola del fatto che secondo il giornale, quest'ultima è ossessionata dall'omofobia tra l'altro INESISTENTE in questo caso (si come no) ... riporto una frase dell'articolo..

Ma che c'entrano le abitudini sessuali, le pratiche coniugali, le tradizioni, le convenzioni e gli umori con la morte in un disastro aereo?

Che centrano le ABITUDINI SESSUALI?? Dire che un Italiano è morto con il compagno e il figlio significa parlare di ABITUDINI SESSUALI???? Essere gay significa avere una particolare abitudine sessuale o una particolare pratica coniugale?? Come mai nella notizia dell'architetto gay romano i giornalisti hanno parlato di FESTINO GAY o delitto a sfondo omosessuale??? In quel caso la pratica sessuale e l'abitudine era necessaria, giusto per discriminare un pò...
Secondo voi se il ragazzo fosse morto con la ragazza e la figlia i giornali lo avrebbero riportato???


UN POVERO ragazzo con la sua famiglia TRADIZIONALE morto in una tragedia colpisce molto , fà dannatamente scena.
UN POVERO ragazzo gay morto con il compagnO in una tragedia suona male, del genere si poraccio ma alla fine era frocio, insomma un elemento di disturbo alla drammaticità cinematografica che i giornali italiani utilizzano nel loro "neutrale" informare.

Non a caso questo ragazzo viveva a Parigi dove anche la destra di Sarkozy è infinitamente più civile e sinistroide della nostra sinistra.

Sarò pesante, ma questo paese mi fà un po' schifetto..
giusto quel poco...

Ale!

13 commenti:

byb ha detto...

oggi repubblia ha risposto alle accuse in merito, secondo loro è normale rispettare la privacy: non ce lo avrebbero detto neanche se fosse stata una coppia eterosessuale coniugata, sembra trasparire in certi passi dell'articolo.
perché la privacy viene prima di tutto.
si certo...
:(

MirkoS ha detto...

A me non piace questa strumentalizzazione, sbaglierò, ma utilizzare le vicende personali di una persona morta così tragicamente a bandiera di un movimento gay non ci sto proprio.

Sono vicino al dolore dei genitori di questo ragazzo.

E' vero siamo nel paese del gossip, l'avrebbero potuto dire che sull'aereo c'era anche una coppia gay con un bambino, beh non l'hanno detto...non me ne faccio un dramma. Averlo scritto sul giornale avrebbe risolto qualcosa? Ma dai ragazzi siamo seri. Non attacchiamoci ora ai minimi particolari. Cerchiamo di essere più concreti.

Non dovrebbero essere questi gli eventi a far scandalizzare Grillini & Co. ma ben altri.

Contact Me ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Alessandro! ha detto...

Ma quale strumentalizzazione?

Se intendi Grillini e Argigay che ci sbandierano sopra ci posso anche stare, ma il fatto che non abbiano detto che stava con la sua famiglia IN QUESTO PAESE CON I GIORNALI SUOCERE CHE CI RITROVIAMO è quasi vergognoso.

Non dovevano dire che era gay, dovevano dire semplicemente che si trovava con un suo caro, e questa omissione in questo paese inevitabilmente PUZZA.

Massimo rispetto per le altre vittime.

Lolò ha detto...

E' evidente che se fosse stato con la moglie e figlia avrebbero scritto "MORTO CON LA FAMIGLIA" perchè gli piace essere patetici.
E se fosse stata la compagna penso nn sarebbe stato diverso, sempre per essere un pò + patetici.
Col compagno invece no, perchè oltre a essere patetici sono pure un pò stronzi.

Detto ciò massimo rispetto per le vittime, alle quali mi sento molto vicino, perchè l'incidente mi ha colpito molto.
Era meglio evitare una scandalizzazione eccessiva, perchè poi si passa per checche isteriche, che reagiscono in modo esagerato a delle omissioni. E' altrettanto evidente però secondo me che, come dice Ale, la questione "puzza" parecchio.
Soprattutto qui in Italia.

MirkoS ha detto...

Ragazzi io sono d'accordo con voi che c'è stata un'omissione, però non mi piace la strumentalizzazione che fa Grillini e Arcigay. E poi dai, sappiamo tutti che la stampa italiana nasconde tante cose. Capirei lo stupore se avessimo una stampa iperliberissima e avessero omesso questo particolare, invece abbiamo una stampa che insabbia tutto ciò che non le piace, che è schiava dei propri padroni, ma figuriamoci se ora mi scandalizzo per sta cosa. Siamo seri.

Alessandro! ha detto...

Il problema è questo... TI DEVI STUPIRE. Il nostro serio problema con la nostra informazione sussiste proprio perchè la gente non è cosciente della sua esistenza.
La strumentalizzazione politica è da ripudiare cosi come l'omissione in sè.

Anonimo ha detto...

DOMANDA: Avete elementi concreti per dire che era il suo compagno e non semplicemente un amico col figlio?

Lolò ha detto...

Volevo scrivere la stessa cosa che ha scritto Ale

Anonimo ha detto...

E la mia domanda lòlò?

Lolò ha detto...

Viveva col compagno e con suo figlio.

signorino tumistufi ha detto...

vomito!
E cmq questo tragico episodio mi ha proprio preso, colpito...!appena leggo cose che lo riguardano mi viene il magone...

byb ha detto...

le dichiarazioni del cugino, riportate in alcuni articoli, sforbiciate in altri, spiegano che i due erano una coppia, che convivevano, che domenico amava il bambino come fosse figlio suo, che la cameretta del bimbo fosse piena di giocattoli, che domenico e il suo compagno avessero una bellissima casa, etc...
sempre secondo le dichiarazioni vari cugini erano stati ospiti nella loro casa, etc...

ah, e secondo alcuni articoli, a incrementare la confusione iniziale sul bambino, sarebbero state le dichiarazioni iniziali del cugino stesso, che parlava del bambino come figlio di domenico e del compagno, non del compagno-convivente.