giovedì 11 settembre 2008

11 settembre

Un post forse scontato ma almeno sentito, vista anche la recente visita in quello stesso posto dove 7 anni fa, più di 3000 persone sono morte nel modo più ingiusto in cui si possa morire.

Volevo farvi vedere quello che secondo me è fra i video più significativi, perchè non ha colonne sonore, non è un video visto e stravisto, ma semplicemente ciò che hanno visto gli occhi di queste persone, che abitano al 36esimo piano di un palazzo a 500 metri dal WTC e che hanno iniziato a filmare gli eventi dopo l'impatto del primo aereo. Il video è stato rilasciato solo nel 2006.





Visto che siamo una piccola comunità, dove una dozzina di persone hanno preso il "coraggio" di scrivere e commentare quello che vedono, vorrei provare a confrontare le varie esperienze a riguardo, per capire dov'eravamo tutti in quegli istanti in cui la notizia è arrivata alle nostre orecchie.
Io l'11 settembre 2001, alle 3 di pomeriggio circa stavo nel negozio di elettrodomestici sotto casa, con mia madre, e stavo guardando i cellulari. Ad un certo punto la parete di televisori accesi trasmettono le immagini di un notiziario... Noi non ci facciamo troppo caso. Ci arriva solo una voce che dice che forse hanno dirottato l'aereo del Presidente.. Io già là non è che ci credevo tanto... Poi sono salito su casa e ho visto le torri fumanti, e poi il crollo.. E ho pensato "oddio"... Ma non avevo idea di quanto potessero essere mastodontiche.. Non come oggi..

E voi? Dov'eravate?

Lolò

16 commenti:

MirkoS ha detto...

Ero in un negozio di pc, stavo acquistando una nuova CPU per il mio pc, c'era un televisore acceso e ad un certo punto tutti ci siamo girati a vedere queste immagini tremende dell'impatto dell'aereo con le torri. Si vedeva il fumo uscire, il momento poi in cui la prima torre si è praticamente sgretolata è stato terribile, quasi irreale, non potevo credere che quelle torri così enormi, mastodontiche su cui ero salito e avevo visitato alcuni anni prima fossero scomparse nel nulla.

Vedere le foto e i video di quelle persone che cercavano disperatamente aiuto dalle finestre delle torri, altre che si buttavano nel vuoto per evitare di finire carbonizzate anche sapendo di andare incontro a morte certa, è stato per me veramente scioccante.

E tutto ciò per cosa? per un cieco ed abietto fanatismo mascherato da ragioni religiose.

Odio le religioni perchè frutto dell'avidità di potere e supremazia di uomini su altri uomini. Voglio credere nel mio Dio, senza intercessioni e senza imporre il mio credo agli altri.

Odio i preti, le gerarchie ecclesiali e i loro simili delle altre religioni perchè sono frutto di discordia e sofferenze!

Riposino in pace tutti quegli innocenti che hanno perso la vita l'11 settembre 2001.

rainbowboy ha detto...

ciao..io ero a casa con mia sorella..mio padre al lavoro, mia madre dal parrucchiere..mi presi una pausa durante lo studio e accesi il televisore, già dopo non molto tempo dal primo impatto si cominciava a capire che non si trattava di un semplice incidente..qualche giornalista sensazionalista parlava di terza guerra mondiale..quello che era certo è che l'ordine mondiale stava cambiando, perchè era stato ferito il paese attorno si era edificato l'equilibrio internazionale dopo la seconda guerra mondiale...

rainbowboy ha detto...

*attorno al quale

byb ha detto...

ho sentito la notizia mentre stavo prelevando al bancomat

Anonimo ha detto...

ero a casa con mamma e zia
siamo rimaste mute 3 ore
non dimenticherò mai quella giornata
rossana

claudia ha detto...

Io ero a csa e guardavo Ally Mc Beal quando lo hanno interrotto per l'edizione straordinaria del telegiornale..quelle immagini mi avevano fatta rimanere allibita..

LeMon ha detto...

io ero a fare l'aresol alle terme quando mia madre mi ha chiamato sul telefonino dicendomi dell'accaduto...all'epoca avevo solo 14 anni...quella tragedia nn ci ha colpito direttamente ma in maniera subliminale:ora conviviamo con il terrore di questo fanatismo religioso...

gugu ha detto...

Io stavo vendemmiando in Germania durante uno stage.

rio pacheco ha detto...

Anche io, come Claudia, stavo guardando il telefilm...interrotto dall'edizione speciale del tg5...prima di accendere la tv dicevo: devo studiare geografia, devo studiare...invece mi misi a guardare Ally, interrotto appunto dal notiziario speciale...se non fossi stato lì davanti mi sarei accorto della notizia penso verso ora di cena...sconvolto da quelle immagini pazzesche, uscì dalla mia camera per andare da mia mamma che leggeva in salotto e dissi: mamma è la terza guerra mondiale, una cosa pazzesca, le twin towers son venute giù..una roba assurda...e finimmo a guardare il notiziario insieme...

Dopo anni di polemiche e accuse dico che non me ne frega più niente di sapere i nuovi avvenimenti..sarò forse qualunquista ma penso che i veri responsabili, chiunque siano, non verranno mai puniti...i cattivi vincono sempre. Ricordo e rispetto per le vittime. Stop.

signorino tumistufi ha detto...

Io ero sul divano a cazzeggiare, mentre mia mamma era al tavolo a lavorare.., e prima di realizzare cosa realmente fosse successo, ho impiegato un po'..., perchè non mi sembrava possibile!

DaviB ha detto...

Ero al lavoro e ricordo solo i brividi che provai quando alla radio iniziarono a seguire la diretta dei tg. Non riuscivo a capire molto e non ricordo i miei pensieri dell'istante. A casa credo di essermi messo davanti alla bbc o a foxnews e di esser rimasto lì fermo a guardare per ore. Forse ho realizzato solo alcuni giorni dopo cosa realmente era successo.

Manu ha detto...

Alle 14 avevo smesso di lavorare; rientrato a casa e pranzato mi ero disteso sul divano; stavo leggendo distrattamente il giornale con un occhio alla tv ed uno alle notizie locali. Mi ricordo che mamma stava guardando Rete4 (non ricordo che programma) ed appare "Emilio". Penso sia stato il primo tg a dare la notizia. Poi logicamente era un zapping continuo su tutti i canali.
Le emozioni provate in quel momento sono ancora attuali ed ancora più forti nel sapere cosa ci sta dietro.

Gigi ha detto...

Io stavo in cucina, leggevo. Mamma puliva la casa. Ero insofferente perchè avevo un appuntamento dal dentista. Ho acceso la tv appena terminato il giornale. Ho visto le immagini e ho pensato subito all'incidente. Sono andato dal dentista. Aveva la radio accesa e ho appreso tra una trapanata e l'altra che di incidente non si trattava. Mi ricordo che il clima era abbastanza surreale. Mi sentivo incredulo e terrorizzato. Oltretutto il dentista continuava a chiedermi opinioni personali ma non potevo certo parlare. Non vedevo l'ora di tornare a casa per svariati motivi.

E' impressionante come tutti si ricordino esattamente ciò che facevano quel giorno di 7 anni fa. Per quanto mi riguarda, la più triste pagina di storia dei miei 22 anni.

Mauro ha detto...

Io ero a lavoro, e stavo provando a chiamare il Canada per parlare con un operatore di viaggi. Sulla linea ho avuto un'interferenza, ed ho iniziato a sentire una radio canadese (o americana?) che stava commentando in diretta il primo "incidente". Ricordo che rimasi lì, col telefono in mano, per cercare di capire cosa stesse succedendo. Credevo stessero raccontando un episodio di un qualche film...non riuscivo a realizzare. Dopo diversi minuti decisi di accendere internet, e lessi cosa stava accadendo. Mi spostai allora al televisore ubicato nella hall dell'albergo dove stavo lavorando all'epoca, insieme ad altri colleghi. Mi ricordo ancora che a Firenze, in quel drammatico pomeriggio, le strade riecheggiavano di radio e TV che trasmettevano tutte le stesse voci, le stesse paure, lo stesso terrore. In quel pomeriggio dovetti poi fare assistenza ai clienti americani dell'albergo, che piano piano rientravano per cercare di mettersi in contatto con i propri familiari, di sapere qualcosa in più. Solo verso le 19 riuscii ad uscire dall'albergo, e anche raggiungere il mio motorino fu un'impresa: c'era stato un allarme bomba anche al Ponte Vecchio, e tutta la zona era stata chiusa. Non dimenticherò mai più quel terribile 11/09. E sono convinto che la verità su cosa è successo davvero è ancora lontana dall'essere raccontata.

Lolò ha detto...

Grazie a tutti x le vostre testimonianze... E' davvero incredibile, a ripensarci.. In quello stesso momento tutti noi stavamo facendo quello che abbiamo descritto.. E dopo 7 anni ce lo ricordiamo ancora in modo vivo.

Ringrazio i nuovi commentatori, per aver voluto "rompere il silenzio" :)

orbit ha detto...

avevo fatto un esame il giorno prima, ed ero in pennichella quando mia mamma mi ha chiamato... c'ho messo un po' a capire che non stavo dormendo, era vero...