martedì 21 ottobre 2008

Ale - L'omosessualità - La scuola #2


So che lo stavate tutti bramando; so che non aspettavate altro;
...eccovi il continuo della storiella.. qui il capitolo precedente.
Preparati ad un rigurgito di ricordi confusi!!!!!!!


Erano i primi giorni di settembre, pochi giorni mi separavano dall'inizio del terzo anno del mio liceo scientifico TECNOLOGICO. Perchè tecnologico vi starete chiedendo....
Non facevamo latino ma un boato di altre materie... tecnologia, disegno tecnico, sistemi, laboratori di biologia,chimica e fisica.... Le ore di laboratorio adesso che mi tornano in mente erano un momento di stacco e svago dalla routine delle lezioni. A volte divertenti, a volte motivo di sconforto.... IO ODIAVO FARE GLI ESPERIMENTI, in particolar modo quelli di fisica. Avevo un odio profondo..verso le relazioni sull'osservato in laboratorio.... esperimenti con le onde d'acqua.. il pendolo... i circuiti...QUANTO POTEVO ODIARE TUTTI QUEI CALCOLI quei delta che dovevano essere precisissimi e mai approssimativi!
Io e la mia Grace per lo meno sapevamo sempre come intrattenerci. Facenti parte dello stesso gruppo di lavoro, io e Sara eravamo soliti sfruttare al meglio, le due ore che avevamo a disposizione; istituivamo confronti a sfondo sessuale a cui L. non mancava MAI, parlavamo dei nostri fattacci personali e ce ne andavamo al bar a mangiare la nostra amorosa mezzaluna formaggio e prosciutto delle undici e venti. CHE MANO SANTA.
Gli ultimi dieci minuti li usavamo invece per copiare tutti i dati dell'esperimento fatto dall'unico scemo-genio del gruppo che si impegnava. Mitico il nostro 'sotto!
Io ci ho provato... ma per quel genere di cose ero totalmente negato nonchè SVOGLIATo.
ODDIO MI SONO PERSO DOVE ERO????
OK....
Torniamo ai primi di settembre...
Come tutti gli anni, all'inizio di settembre partiva il classico countdown all'inizio della scuola, che per me era ancora più importante perchè generalmente l'inizio della scuola collimava sempre con il mio compleanno, il chè significava attenzioni, regalini e soprattutto avvicinarmi agli attesissimi diciotto anni di un altro anno.
Generalmente in quel periodo dell'anno ero sempre un po' ansioso per il rinizio dell'anno scolastico.. ma in quell'anno AVEVO UN MOTIVO PER IL QUALE VOLEVO ASSOLUTAMENTE TORNARE.

Un pomeriggio mentre chattavo su c6, con un vecchio 56K (mamma mia che bollette.. ancora sento le urla di mia madre), becco un tizio di un anno piu grande. Si chiama F. ; abita a Roma; è molto provato per la fine della sua storia con un altro ragazzo. Parla te che parlo io ... arriviamo al punto in cui lui mi confida che questo suo "cattivissimo" ex abita proprio nel mio quartiere e ha la mia età....io giusto per curiosità gli chiedo che cosa facesse nella vita... lui mi risponde: fa le superiori va ad un certo Einstein. Io ancora alle prime armi... mi dico... CAXXO UN OMOSESSUALE DELLA MIA ETA NELLA MIA SCUOLA.. URRA' NON SONO L'UNICO.... ma rifletto anche sul fatto che ci sono diciotto mila sessioni nella mia scuola... al che chiedo... ma che cosa fa? lo scientifico o il tecnico industriale? lui mi risponde: Scientifico!! CAXXOOOOOOOOOOO!
Mia età. mia scuola. SCIENTIFICOO come me... l'euforia misto curiosità prende il sopravvento... perchè riflettendo esistono solo DUE classi di terzo anno dello scientifico... sezione Bs o sezione As la mia.
A questo punto gli dico.. F. NON PUOI CAPIRE!!!!!! QUESTO TIZIO MOLTO PROBABILMENTE LO CONOSCO DI VISTA ... tI RICORDI CHE SEZIONE FA?... lui: si certo sta In As!!!! il cuore batte... c'ho un frocio in classe c'ho un frocio in classeeeeeeee mi ripeto... prima che chiedessi come si chiama lui mi dice... "K."
Inizio tipo una danzetta ripetendo: LO SAPEVO LO SAPEVO.. IO LO AVEVO CAPITO!!

A quel punto dico di conoscerlo e chiudo la conversazione con estrema fretta; lo invito a risentirci la sera.
Salvo la conversazione su FLOPPY e chiamo Sara...
" SARA HO ROBBA CHE SCOTTA... tre minuti e sono da te".

Arrivo a casa e metto il floppy nel cassone di Sara. Gli faccio leggere tutta la conversazione e tutti e due partiamo con "HAI CAPITO ALLORA.. TUTTE LE NOSTRE SUPPOSIZIONI ERANO VEREEEEEEEE".... da li mi iniziai a dire.. ecco perchè si comporta in quel modo con L... ecco perchè fa tutto l'affettuoso... GLI PIACEEEEEE!! Lo capii perchè all'epoca provavo la stessa cosa.

Qualche ora più tardi tornai a casa e pizzicai K. su MSN.
Lo contatto... premesso che non avevamo rapporti... ritenevo di non stargli simpatico ed io contraccambiavo.. non sopportavo quel suo atteggiamento superegoico..... gli dico.. K. ti devo dire delle cose... magari quando ci vediamo a scuola te le dico... riguardano te..... so di te...e per non farlo morire dalla paura, intuendo ciò che poteva provare gli dico... anzi riguardano anche me... continuo dicendo.. .ho conosciuto qualcuno che mi ha detto delle cose.. ma non ti preoccupare ne riparleremo dal vivo... ! Lui ovviamente parte con una sorta di interrogatorio... io lo saluto e attacco msn :D

Lo avevo in pugno... avevo sim lo snob in pugno.. lo avevo in pugno ... col senno di poi ammetto di aver goduto non poco.

Vado a letto.. ma qualche minuto piu tardi mi chiama sul telefonino F. che mi dice con voce agitata: Ale si è fatto vivo K. mi ha iniziato a chiedere delle cose ma io gli ho attaccato o qualcosa di simile... era rimasto molto provato da quanto so... ti prego digli di non farsi piu sentire. Io lo tranquillizzo... e lui mi risponde piu sereno augurandomi una buonanotte e complimentandosi per la mia voce???? ammiccamenti tipici di bimbi idioti froci... si può corteggiare chi non hai mai visto? Questo lo capii solo con la maturità.


Ad ogni modo spengo il cellulare. E mi sdraio sul letto.
Passano cinque minuti e il telefono di casa suona a mezzanotte inoltrata.
Rispondo... è K. INCAZZATISSIMO... vuole sapere tutto...
io cerco di tranquillizzarlo, non volevo di certo minacciarlo e gli dico "K. di queste cose non ne posso parlare ora al telefono a mezzanotte coi miei dall'altra parte del muro"... lui ovviamente mi chiede" CHE COSE???" Io gli dico di non preoccuparsi e che l'avrei chiamato il giorno dopo.. mentre rispondeva furioso riattacco....
Premesso che non potevo realmente parlare, tutta via lo volevo tenere anche sulle spine per fargli pagare quel suo modo di fare.. e quando mi ricapitava...
Il giorno dopo come promesso lo chiamo da un cabina con tutte le migliori intenzioni e soddisfatto per la vendetta avuta... Lui mi risponde con la solita aria snobbosa incomprensibilmente tranquilla... mi dice... che c'è? di che dobbiamo parlare?.. io gli dico.. di quello di ieri sera.. delle cose che so di te... ti vorrei dire anche delle cose su me..... magari se ci incontrassimo....credendo che la condivisione della stessa "devianza sessuale" potesse in qualche modo avvicinarci. Cacchio avevo proprio bisogno di un confronto su certi argomenti... un amico gay sarebbe stato celestiale... Lui mi risponde secco: io non sento la necessità di vederci e non penso di averla mai... IO sbigottito rispondo... Ah ok, ci vediamo a scuola. attacco.

STO STRONZOOOOOOOOO! Guarda che stronzooooooo! Mi dico appena attaccato la cornetta.
Tuttavia ero e sono (forse ora meno) un bonaccione infondo... decisi di affrontarlo a scuola per cercare di instaurarci quanto meno un dialogo....

I giorni passano e prima dell'inizio delle lezioni faccio due pazzie..... e si per un quasi sedicenne erano pazzie.....vado a trovare Rainbow boy ai confini campani del Lazio dicendo a mia madre di andare con Sara al mare,... ovviamente Sara mi accompagnò davvero ma non al mare ^^....
le dinamiche di quell'incontro furono pressocchè assurde raggionandoci col senno di poi.. ma contribuirono a formarmi senz'altro.. diedi il primo bacio ad un ragazzo.... anche se dietro ad una tendina di una macchina delle foto :D con Sara che vigilava.. e poi nell'ascensore della stazione....Madò che ricordi.. me pare di parlare di vent'anni fa.


La seconda pazzia fu decidere di incontrare questo F. che conoscevo da quanto tre giorni?
F. fu simpaticissimo, ma capii che non ci poteva essere nulla tra di noi... potevamo essere ottimi amici.. mi sarebbe piaciuto era uno spasso come persona, piccante e sfranta al punto giusto; inoltre aveva molte conoscenze gaie.....

La scuola inizio.. la mattina mi alzai ansioso ma curiosissimo di vederlo in faccia quell'insensibile di K.... io ora sapevo di lui!!!!!

Solito appuntamento mattutino con Sara. Colazione con cornettone e cappuccio da Franco e poi autobus per la scuola. Raggiungiamo la scuola; davanti il solito marasma di gente.... scorgo gli elementi della mia classe... mi dico...CAXXO UN ALTRO ANNO...... E QUELLO CHI è???????!!!!!

tu bi continuedd!

Ale!

10 commenti:

benedetto XVI ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Sim ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Cla ha detto...

noooo...come to be continued.....che curiosità!!!! ;oP

BENEDETTO XVI ha detto...

ah sim ,io sono ale83, mo sai pure nome e cognome

byb ha detto...

O.o

è una nuova soap?

Rio Pacheco ha detto...

EHEEHH ma sti ricchionazzi adolescenti senti te che perfidi!!! Ale col tuo finale suspance mi hai fatto morire.......................... :)e Sim oramai ha la parte della strega cattiva, gna da fà!

valerio ha detto...

voglio il continuo...

Anonimo ha detto...

eri solo un pischelletto ma quelle cose che hai fatto con K. non si fanno. e poi devi finire la storia...

jac

rainbowboy ha detto...

sono mancato un po' dal blog:) ho letto il seguito carino ^__^ tra l'altro approfitto per fare una piccola correzione (spero ale non me ne vorrà:P) perchè temporalmente sta contestualizzato male, siccome era anche il mio primo bacio lo ricordo molto bene:D non è stato a settembre ma il 16 agosto 2002 nella macchina per le foto e nell'ascensore con la vecchina maniaca appiccicata al vetro ahahah. A settembre venisti il 15 prima del tuo compleanno per festeggiarlo stando un po' assieme.