sabato 25 ottobre 2008

Quei famosi 2 grammi di polvere...

Scommetto che non avete mai sentito parlare della cosiddetta "Frutta Miracolosa" ovvero la MIRACLE FRUIT!

Si tratta di particolari bacche che provengono dall'Africa Occidentale, che hanno al loro interno una particolare sostanza attiva (una glycoproteina chiamata per l'appunto Miraculina) che, a contatto con la lingua, modifica il gusto.

Tutto quello che è aspro, amaro o salato diventa dolce.

In
Giappone tutti i diabetici e gli obesi che vogliono togliersi la voglia di dolce sanno dove andare: al bar-pasticceria «Miracle Fruit» di Tokio, ad Ikebukuro, il quartiere dei divertimenti e dello shopping. Tutte le leccornie offerte lì - compresi torte, gelati, mousse al cioccolato e paste - hanno calorie cinque volte meno di un pasticcino. Il cuoco garantisce: nemmeno un grammo di zuccheri.
E infatti, se assaggiati da sé, i «dolci» del Miracle Fruit alla frutta sono acidissimi, e quelli al caffè e al cioccolato molto amari. Ma ecco il trucco: prima dell'abbuffata viene offerta dalla casa la piccola bacca rossa.

Grazie alla bacca:
Una spremuta di limone o di pompelmo sembra una limonata.
Un caffè senza zucchero, sembra zuccherato.
L'effetto dura da 10 minuti fino a 2 ore (dipende da quello che si mangia)

Ovviamente, poichè non contiene zucchero, non fa ingrassare e non provoca alcun disturbo ai diabetici.

Ma in Europa, la miracolina è sconosciuta.

Negli Stati Uniti, è addirittura vietata: ne ha vietato il commercio negli anni '70 la FDA, Food and Drugs Administration, l'autorevole ente che autorizza l'uso dei farmaci in America.

Come mai?

Non è mai stato chiaro. I complottisti, che in USA sono legione, sospettano che ci siano state pressioni dalla potente industria zuccheriera.
O peggio: fanno notare che mentre vietava la miracolina, il FDA stava per
autorizzare la vendita dell'aspartame, il dolcificante chimico prodotto dal colosso farmaceutico Searle: un business da miliardi di dollari. Per autorizzare l'aspartame ci sono voluti 16 anni: evidentemente per qualche motivo. Oggi lo si trova in tutti i supermercati, nelle bevande gassate «senza calorie» e in pseudo-zuccheri commerciati con i nomi Neutrasweet, Sucrase e così via. In Europa leggete bene le etichette: l'aspartame è indicato come additivo E 951. Perché l'aspartame, se ingerito abitualmente, è un comprovato neurotossico.

Per altre info vi riporto l'articolo da dove ho preso (quasi) tutto quello che avete letto fino qui :)

Fatte queste premesse, ecco alcuni video che ne mostrano gli effetti:




Ora la Miracle Fruit è in vendita su internet su diversi siti, sottoforma di bacche, pasticche, e... polvere.
:)

Quei famosi 2 grammi di polvere

Appena arrivano, vi faccio sapere le mie impressioni..
Magari io e Ale possiamo fare un video della nostra prima reazione allo strano evento :P
(non ne garantisco la pubblicazione)

Lolò

2 commenti:

Simone86 ha detto...

voglio assolutamente provarlo anche ioooooooooooooooo!!! O_O
FAVOLOSO!!!!

Ale ha detto...

dà assuefazione? :D