lunedì 3 novembre 2008

Ischemia in diretta

Sim ieri sera mi ha linkato questo video; l'89enne Andreotti si fa un'ischemia cerebrale in diretta dalla Perego. E' accaduto proprio ieri.
Sicuramente non è politcally correct.. ma ammetto che mi ha fatto ridere LA SCENA e non la sofferenza umana del povero politico.
Andrò sicuramente all'inferno!




Non abbiate pena di lui, si è ripreso dopo la pubblicità ed è rientrato in studio con tanto di applausi.
Contro il suo cervello nulla può!
Nemmeno l'assenza di ossigeno!

All'ottavo minuto di questo video c'è il continuo....

Il video seguente vi aiuterà a ricordare CHI è il povero vecchietto!
LA MEMORIA VI RENDE LIBERI DAL SERVILISMO!




Ale
!

33 commenti:

Anonimo ha detto...

Guarda, all'inferno saremo in tanti... io l'ho visto in diretta e ho riso che neanche i Simpson! La faccia della Perego è impagabile: sembra pensare 'Ahò, ma 'sto rincoglionito nun me risponne'...

grazie per il video!!!

Miss Sfranta Lazio

peppe ha detto...

Hai riso??? Immagino le risate che ti fai quando lavorerai in ospedale! BAH!

Alessandro! ha detto...

No in quel caso non rido!

A me ha fatto ridere la scena della Perego che so guarda come per di' AHO DAJEEE.... poi insomma uno è un certo soggetto di cui conosco il passato da lestofante, l'altro sarà un mio paziente di cui non so' niente.

Ad ogni modo non è morto sennò mi sarei dato na regolata.....

Ciao Peppe

Sim ha detto...

Be', l'espressione di Andreotti è impagabile. Da un momento all'altro potrebbe fare "Bu! Hai stretto, eh?"

byb ha detto...

imho per un attimo la perego ha temuto che fosse morto in diretta.

Peppe ha detto...

E il fatto che tu conosca il suo passato (NON lodevole sicuramente)ti rende più facile ridere alla visione di un uomo che sta soffredo?
E poi che significa che dei tuo pazienti non sai nulla? Se ti arriva uno di con sai nulla lo curi e zitto, se ti arriva un delinquente lo guardi soffrire e gli fai pure una risata in faccia?

Peppe

Alessandro! ha detto...

Io non ridevo della sua sofferenza... anche xkè non era nemmeno cosciente a se stesso in quel momento... rido della situazione.. di lui silente difronte alla Perego che se lo guarda.... rido della sceneggiata televisiva...anche xkè il mafioso dopo si è ripreso;)

E poi perdonami...te l'ho detto che non è politcally correct.. ma io oltre ad essere un fisioterapista sono anche un umano, che prova emozioni, che pensa delle cose, anche cattive del proprio paziente. L'importante è che mi comporti professionalmente davanti a lui...

quando sto a casa mi spoglio del mio ruolo di fisioterapista e parlo e penso come ALESSANDRO.

Per quanto riguarda i pazienti delinquenti... ne ho avuti... ho fatto fisioterapia anche ai carcerati al Pertini e per quanto fossero spiacevoli nei miei confronti mi sono sempre comportato bene. Ciò non toglie che quando torno a casa gliene possa dire di tutti i colori.

Poi se sei uno di quelli che pensa che è lecito pensare ma no dire... rispetto la tua visione ipocrita... ma sicuramente ti posso dire questo guarda.. vedere un attacco ischemico di Andreotti è molto diverso che veder nella stessa condizione un non delinquente.

Sei uno di quelli che davanti al dolore prescinde dal passato dell'individuo e si comporta caritatevolmente con tutti?? Si diventa tutti piu buoni difronte alla morte?

Visione cattopocrita che non mi riguarda.

Sei libero dipensarla come vuoi; se ai tuoi occhi sto peeccando.. ti assicuro che la pagherò un giorno.

Peppe ha detto...

"Sei uno di quelli che davanti al dolore prescinde dal passato dell'individuo e si comporta caritatevolmente con tutti??"



Perchè tu non lo fai? Poche righe prima hai detto che ti sei comportato professionalmente anche con dei carcerati...

Alessandro! ha detto...

PEPPE ASSOLUTAMENTE NO.

Ho detto di essermi comportato professionalmente.questo non significa che sono stato caritatevole o pietoso nei loro confronti. Non faccio il mio lavoro perchè mi sento caritatevole verso il prossimo ma perchè mi piace quello che faccio ed è particolarmnete conforme alla mia personalità....

Lasciamo la carità e la pietà a Maria Teresa oK ?

Peppe ha detto...

Una persona che soffre è innanzitutto un UOMO, al di là del suo passato; il tuo cinismo si addice davvero poco alla tua professione, questo è il mio pensiero da studente di Medicina e Chirurgia! Per fortuna sarai solo un fisioterapista.

Alessandro! ha detto...

E COME TALE.. QUELL'UOMO PUO ESSERE ANCHE ODIATO.

Peppe non sai nemmeno di quello che stai parlando!

Non venire a fare lezione de umanità a me... io mi sono fatto piu di 1500 ore affianco di tutti i tipi di paziente.. . E TI VOGLIO PROPRIO VEDERE a te passare mesi un'ora al giorno accanto allo stesso paziente che te sta sui coglioni... fingendo che cosi non sia... per professionalità.

si vede che non sai un caxxo di quello che dici perchè altrimenti certe frasette non le diresti.

Fare il dottorino che ti vede x trenta secondi è facile... ovvio che poi riesci a dire é un uomo...
io ci sto un'ora tutti i giorni... e fidati che se la pensassi come te.. dopo un mese mi ricoverebbero di depressione.

Cmq il SOLO FISIOTERAPISTA mostra ancor di piu quanto puoi essere becero... se facevamo tutti i dottori, voglio vedere come si riprendevano i pazienti dopo una neurolesione o dopo un trauma vertebrale....

Ci vai tu con la tua pietà a farli recuperare???

IDIOTA

Lolò ha detto...

Sì: meno male che Ale sarà solo un fisioterapista e non una persona spocchiosa (e ipocrita) come te Pe'! MENO MALE! Ringraziamo Dio!

Anonimo ha detto...

'Una persona che soffre è innanzitutto un UOMO, al di là del suo passato': anche un serial killer? anche un mafioso?

beh, scusa, ma per me non è così: la malattia non cancella il passato. il giuramento di ippocrate impone di dare assistenza medica, non di foderarsi gli occhi di fronte al male.

'Per fortuna sarai solo un fisioterapista': aò, ma datti una calmata!

Miss Sfranta Lazio

Anonimo ha detto...

a prescindere dal video che non mi ha fatto sorridere..a prescindere da tutto la discussione a priori..vorrei invece spendere due parole su
<< grazie..perchè alessà sarai solo un fisioterapista!!...>>

NO.... GRAZIE A LEI DOTTOR TAL DEI TALI CHE HA OFFESO INDIRETTAMENTE UN INTERA CATEGORIA , QUALE QUELLA DEI FISIOTERAPISTI , SENTENDOSI UN GRADINO SOPRA NELLA SOCIETà MEDICO-SANITARIA...
VORREI RICORDARE CHE IN AMBITO OSPEDALIERO SI LAVORA IN EQUIPE..PER CUI TUTTO QUELLO CHE DIRAI O FARAI NEL TUO LAVORO UN DOMANI , NON AVRà LA BENCHè MINIMA VALENZA SE NN TI CONFRONTERAI CN LE ALTRE FIGURE PROFESSIONALI, ERGO ANCHE I FISIOTERAPISTI...E CHE NON ANDRAI LONTANO SE NN SAPRAI TROVARE FEELING OLTRECHè CON IL PAZIENTE ANCHE CON CHI DOVRà COLLABORARE CON TE...
...per il resto non mi permetterei di giudicare una persona in toto da un video ...o da quello che gli ha suscitato...
soprattutto giudicare la serietà professionale se nn lo si è visto mai all opera...o almeno che tu nn sia il nuovo IPPOCRATE DELLA SITUAZIONE..
ELISA.

BENEDETTO XVI ha detto...

Elisa mi ha levato le parole di bocca, la straquoto in pieno.

Peppe ha detto...

"Cmq il SOLO FISIOTERAPISTA mostra ancor di piu quanto puoi essere becero... se facevamo tutti i dottori, voglio vedere come si riprendevano i pazienti dopo una neurolesione o dopo un trauma vertebrale...."

Hai perfettamente ragione, uno specialista in Medicina della riabilitazione non ne sarebbe proprio capace!

@Miss sfranta Lazio

"Una persona che soffre è innanzitutto un UOMO, al di là del suo passato: anche un serial killer? anche un mafioso?"

Certo, anche un serial killer, in quel momento è un mio paziente e basta, che dovrei fare? ucciderlo?

Comunque grazie per avermi dato dell'idiota, dell'ipocrita, del becero, dello spocchioso XD

Baci! :)

Anonimo ha detto...

apparte che io nn ho offeso nessuno quindi non mi sento di far parte del tuo "attacco"...senza di noi...senza un infermiere...senza un ausiliario senza un ospedale...nn sapresti dove metterti le mani..quindi abbassa le penne...che ognuno ha il suo ruolo in qst vita..evidentemente te ti senti il nietzsche della situazione...sveglia QUI NESSUNO è UN SUPERUOMO..NESSUNO HA I SUPERPOTERI ...TANTO MENO TU.
elisa

Peppe ha detto...

@ Elisa:

Prima di studiare Medicina ho studiato anche Tecniche di Laboratorio biomedico, so benissimo che si lavora in equipe e non discrimino certo le altre figure professionali!.

E poi avete frainteso alla grande la mia frase. Con "Sarai solo un fisioterapista" intendevo semplicemente dire che è una fortuna che non dovrà decidere della vita di un paziente, dal momento che la sua scelta sarebbe dettata solo dal suo giudizio sul passato del paziente in questione!

Ciao, baci!

Alessandro! ha detto...

Stai facendo il fisiatra???
Te lo curi da solo il paziente?

Da quando il fisiatra sostituisce il fisioterapista?.. te ne potrei fare di domande ma a parte questo...


Ti ho gia detto che il peggiore dei pazienti lo tratterei con professionalità... MA NON PERCHè IO SIA TERESA DI CALCUTTA. Non sono pietoso. Se quello è un criminale e mi fa skifo.. sempre skifo mi fara.. continuerà a lavorare in modo professionale perchè quello è il mio lavoro PUNTO.
E che centra L'UCCIDERE IL PAZIENTE??? tu lo devi curare... non ti deve fare pietà...

Se tu avessi davvero pietà dei tuoi pazienti.. sarei curioso di sapere quante ore di tiorcinio hai fatto e qnte ore hai passato accanto allo stesso paziente.... Ora saresti ricoverato in una clinica psichiatrica per depressione oppure saresti il prossimo San Francesco...

In questo caso.. tanto di cappello.. io non sono cosi ma sono cmq un professionista.

Anonimo ha detto...

Certo, anche un serial killer, in quel momento è un mio paziente e basta, che dovrei fare? ucciderlo?


@peppe: vabbè se non vuoi capire, non capire. Ho detto per caso che devi ucciderlo? No. Ho detto che ogni medico ha il dovere di curare i pazienti ma che la malattia non cancella il loro passato. Sono due concetti ben diversi.

Anonimo ha detto...

@Peppe
ok allora può essere che io abbia frainteso e ti chiedo scusa, ma messa in quel modo mi suonava un pò come una provocazione...
un bacio a tutti..mi rimetto a scrivere la tesi...per l appunto proprio sulla sindrome di negligenza spaziale unilaterale conseguente ad ictus a dx...
..però una cosa....io credo che della vita ne decida solo Dio...anche se voi avete una grande responsabilità e questo è palese...
un bacione a tt i partecipanti di qst discussione

Anonimo ha detto...

ah l ultimo commento sul Neglect ero io elisa

Peppe ha detto...

"te ne potrei fare di domande ma a parte questo..."


"sarei curioso di sapere quante ore di tiorcinio hai fatto"

E per fortuna che lo spocchioso ero io! ;D
Vabbè abbiamo capito che non la pensiamo allo stesso modo, quindi sarebbe superfluo continuare il dibattito, ripeteremmo sempre le stesse cose!
Buon pomeriggio a tutti, baci!

Alessandro! ha detto...

si certo se me svii la discussione ogni volta su qualcosa che interpreti a modo tuo... non ci arriviamo alla conclusione...

le domande erano fatte x farti notare che abbiamo fatto un tirocinio DIVERSO con il paziente. Il nostro rapporto col P. è DIVERSO e lo sarà sempre.

Io ci sto le ore TU NO! PUNTO.

Non ho il tempo x fare il pietoso ma solo per fare il mio lavoro bene! stop

ciao

Dreamer ha detto...

argh ieri sera nno ho trovato il video con il post pubblicità!

Ennesimo episodio di manipolazione mediatica, ma avete notato come la Perego ha glissato sul malore del boss?

la pubblicità???

ma ci prende tutti per cretini!

come se fosse scandaloso che un anziano si sia sentito male!

manco quello è + permesso in tv!

fingere! fingere! fingere!

Lolò ha detto...

E' nato:
http://andreottirisponde.blogspot.com/

Poi dite a noi che siamo cattivi! :D

byb ha detto...

ma io sul mandare la pubblicità sono d'accordo, metti caso che stesse molto peggio, e non si riprendeva, sarebbe stato decisamente orribile se la perego avesse fatto la telecronaca in diretta degli ultimi attimi di vita di andreotti.
hanno fatto bene a sospendere per prestargli "soccorso"

LeMon ha detto...

peppe 3 parole :rimarrai solo un dottorino

peppe ha detto...

@lemon: ma sai contare?

Peppe ha detto...

Premetto che l'ultimo messaggio non è mio nonostante ci sia il mio nome! Comunque avrei scritto la stessa cosa!;D

Giuseppe ha detto...

è stupendo quel blog,lolo!!! ahahahah

abelson ha detto...

oddio quel blog è fantastico !!
ho riso mezzora !!!

Anonimo ha detto...

ha perfettamente ragione dreamer. è ovvio che di fronte ad un malore sarebbe stato incivile continuare impietosamente ad inquadrare il senatore. quindi è stato giusto mandare la pubblicità..anzi mi ha stupito che la tv berlusconiana, infarcita di programmi beceri e aberranti, si sia fermata. tuttavia lo scandalo sta nell'ipocrisia della perego la quale non ha detto nulla ma anzi ha preso per il culo il suo pubblico (che in fondo se lo merita) sostenendo che si era verificata un'interruzione pubblicitaria necessaria per motivi di palinsesto e che quindi si doveva l'applauso ad andreotti perchè impunemente era stato interrotto dai consigli per gli acquisti. che presa per il culo. la sarabanda dello squallore!!!

william