sabato 8 novembre 2008

Stars against discrimination



Xstina parla della proposition8 che ha abolito i matrimoni gay in California.....

Last night, there was a whole rally that I saw for Prop. 8,” she told MTV News. “A lot of people came out with their signs, and I think [Prop. 8] is discrimination and I don’t understand how people can be so closed-minded and so judgmental. We chose an African-American president, and it means so much … [it's] a time in history of great change and open-mindedness. Why is this any different? It just doesn’t make sense to me. Why you would put so much money behind something [aimed at] stopping from people loving each other and bonding together? I just don’t understand it. It’s hard for me to grasp.

"un sacco di gente si è esposta con il loro voto e penso che la PROPOSITION8 sia discrimazione
e io non capisco come la gente possa essere cosi chiusa di mente e cosi giudicante. Abbiamo scelto un presidente afro-americano e questo signiica tanto.... è arrivata l'ora nella storia di un grande cambiamento e di apertura mentale. Perchè questo è diverso? Non ha senso per me. Perchè mettere cosi tanti soldi dietro qualcosa che serve a stoppare la gente ad amarsi reciprocamente e lo stare insieme? Io non capisco. E' cosi difficile da accettare"

Bellissime parole dalla dolce Christina....

Ma anche Pink si è esposta questi giorni...

“Sono orgogliosa che la gente pensi che io sia gay. Tutti mi dicevano che ero omosessuale perché ho i tatuaggi, i capelli corti e un certo tipo di atteggiamento. Ma non mi importa. Amo fronteggiare i preconcetti della gente”.
“Una miriade di mie amiche sono lesbiche e mi disturba davvero il fatto che in molte parti d’America non sia possibile sposarsi. Vado ad una marcia per i diritti gay ogni volta che posso”.

Queste parole mi fanno pensare che dietro ai personaggi televisivi ci siano anche delle persone con un cuore e un cervello funzionante. Ma questo lo potevamo già capire dai testi delle loro canzoni. ^^

Ale!

8 commenti:

Sim ha detto...

Si dice che sia un paese di grandi contrasti. Votare Obama e probire l'unione tra due persone dello stesso sesso non è solo un contrasto, è illogico, pienamente illogico.

Forse siamo il passaggio successivo, tra una quarantina d'anni saremo sdoganati anche noi. O forse più, visto che schiavi non siamo mai stati, almeno esplicitamente.

signorino tumistufi ha detto...

obama non è che sia il giustiziere e paladino di tutte le libertà possibili.
lui è favorevole alla pena di morte, è per il porto d'armi e non accetta le unioni omosessuali, anche se non le discrimina.
l'america è fatta da persone molto liberal, ma per ottenere consensi bisogna accontentare la granparte degli americani, che sono ancora molto retrogradi e primitivi agli occhi di tanti europei.

prima di vedere un gay alla casa bianca ci vorrannno secoli...

Sim ha detto...

Giustissimo, Obama non è certo il salvatore dei popoli, e probabilmente è anche un simbolo piazzato lì volontariamente, visto il momento storico.
Cìò non toglie che porti con sé un gran cambiamento sociologico, sicuramente positivo per tutte le popolazioni occidentali.

Dreamer ha detto...

Eh ci mancherebbe che la Chris & la P!nk non fossero a favore!!!
4/5 dei loro fans sono ghei!

Obama non è nero.. è solo abbronzato!
Volete capirlo o no???

byb ha detto...

dalle dichiarazioni di obama, mi era parso di capire che fosse contrario ai "samesex marriage", ai matrimoni, non alle "unioni omosessuali" (pacs?)
di certo ha dichiarato che è contrario all'uso di modifiche alla costituzione per "ridurre" o "proibire" diritti.
vedremo che farà in merito.

signorino tumistufi ha detto...

concordo, sim.

Anonimo ha detto...

Secondo me in Italia c'è un razzismo di fondo: quando qua parlano di Obama parlano sempre del presidente nero, e tutti si comportano come se la gente lo avesse votato solo in quanto tale.. non nego che qualcuno l'abbia fatto, ma secondo me è meno del 20% di quelli che lo hanno votato.. voglio dire la sua vittoria alle elezioni è più che altro stata causata dagli otto anni di gestione bush, dal bisogno di cambiamento che gli americani sentivano, dalla sfiducia verso la destra americana, ecc...
se guardiamo le varie testate giornalistiche, solo quelle italiane marcano così tanto sul colore della pelle di obama, segno che da noi il sogno di MLK non si è ancora avverato...
detto questo, trovo strano che la prop8 sia passata perché effettivamente chi votava per la prop8 votava anche per il presidente (erano sulla stessa scheda), il che significa che molti hanno effettivamente votato per obama e contro i matrimoni gay

va anche detto però che i californiani sono messi molto meglio di noi: la prop8 era contro il matrimonio vero e proprio, ma loro le loro unioni civili riconosciute le hanno già..

molti hanno votato a favore della prop8 a causa di quello che è successo nel massachussets (unico stato dove il matrimonio gay è legale): ai bambini di seconda elementare viene letta la storia "the king and the king", che parla, appunto, di come un principe sposa un altro principe... personalmente non la trovo una cosa così grave, ma posso capire che alcuni genitori non siano così d'accordo

infine, sempre in massachussets, alcune organizzazioni cattoliche private di adozione per bambini sono state costrette a dare i bambini a coppie omosessuali
(va anche detto che sti stronzi pur di non dare i bambini alle coppie gay han chiuso baracca e burattini)

comunque, spero di aver chiarito la situazione :)

ste

Anonimo ha detto...

oh, e per quanto riguarda le star di hollywood... probabilmente molte pensano quello che dicono, ma secondo me una buona percenutale lo fa esclusivamente per la pubblicità
(se britney non fosse un'icona gay non sa filerebbe più nemmeno sua madre)

ste