martedì 20 gennaio 2009

Shelter.



Dopo diversi inviti da parte della nostra segretaria(Mary), ieri sera dopo una cena in famiglia io e Lolò abbiamo deciso di vedere questa piccola perla di film.
La storia parla di un ragazzo surfista, zio e al contempo padre del piccolo Cody, che si scopre omosessuale ed innamorato del fratello del suo migliore amico.
A complicare il quadro la difficile situazione familiare che lo vincola nelle sue aspirazioni artistiche.
Ad un tratto Zach non ha più certezze. Non sa più bene chi è e cosa vuole.
L'unico modo per andare avanti sarà quello di dare pienamente ascolto al proprio cuore ed essere se stesso.

Shelter sfiora velatamente il tema dell'omogenitorialità e sorprende per come riesca ad affrontare molti argomenti in modo delicato ma mai scontato o banale.
Assolutamente verosimile ed estremamente dolce.
Questo è Shelter.


Eccovi il trailer:


Ve lo consiglio caldamente... son sicuro che Emule o Megaupload potranno darvi una mano a reperire la videoteca dove noleggiarlo ;)
In Italia purtroppo non è reperibile... il nostro pubblico non è pronto a vedere due ragazzi amarsi.

RIFLESSIONI
Il film mi ha sollecitato un pensiero che spesso ricorre incosciamente nella mia testa.

In un futuro vorrei avere un figlio.

Non è un capriccio, ma un desiderio recondito che affiora ciascuna volta guardo un bimbo con i propri genitori. Proprio l'altro giorno ne stavo parlando con un mio amico.
Lo so.... il contesto, la gente, la nostra legislazione, tante cose contro; vero.
Ma quanto tutto questo debba avere la meglio sull'affetto che io potrei dare ad un figlio?
Vaneggiamenti anacronistici?
Riflessioni lecite?
Pensieri futuribili?

Cosa ne pensate voi?

Ale!

7 commenti:

EdO-Heartless ha detto...

L'argomento è complesso e andrebbe analizzato in modo + approfondito.
A parte le solite banalità, del tipo che penso che saresti un fantastico padre, cosi' come Lolò...
Mi viene da pensare a tutte le difficoltà che un bimbo dovrebbe affrontare avendo due padri. Ovviamente difficoltà tutte derivanti dalla società in cui viviamo. Eppure alla fine tutto si supera. In fondo tutti noi abbiamo dovute superarle queste difficoltà (legate alla nostra diversità). E se oggi siamo quelli che siamo, è anche per gli ostacoli che abbiamo dovuto superare no? Della serie non tutto il male vien per nuocere...ok volevo evitare le banalità e ho finito per lo sguazzarci dentro, come al solito ho divagato senza arrivare ad una conclusione sensata.

Devo dire che anche io, che ho sempre negato di volere dei figli (probabilmente un po' per il principio della volpe e l'uva) negli ultimi tempi mi sono fermato a riflettere parecchio sull'argomento. Ma più ci penso più non so darmi una risposta...

Simone86 ha detto...

Il trailer purtroppo non rende la bellezza del film a mio giudizio... son contento che lo abbiate visto....

Lolò ha detto...

Il film mi è piaciuto. Semplice e ben fatto.
Adozioni? Illegali in Italia.
Mi piacerebbe? Forse in futuro. Se sì, non in Italia.

JaKKo ha detto...

domanda... ma il titolo del film è solo shelter oppure shelter island??

JaKKo ha detto...

PS-
scusa... domanda stupida... non avevo notato la locandina del film...

abelson ha detto...

è bellissimo ! l'ho visto mesi fa, ovviamente scaricato dal mulo, e alla fine mi sono ritrovato ad abbracciare forte il mio cuscino.

anch'io ho sempre negato di volere dei figli, forse per scarsa autostima, forse per rassegnazione, ed oggi mi rendo conto che in questo paese non sono al mio posto, qui non riesco ad immaginare un futuro in cui essere realmente me stesso.

JaKKo ha detto...

bello...

veramente..

grazie Ale per il bel film!!!

il fatto dei figli non posso darti torto... boh.. lo sento anche io dentro di me il desiderio, ma come dici tu con la certezza che non è un capriccio, ma qualcosa di più profondo..

che dire... ci devo pensare... l'ho finito di vdere da 5 minuti ed è passato troppo poco tempo...

Cmq grazie ancora per il consiglio cinefilo!