lunedì 16 febbraio 2009

Immigapro espiatorio



A Roma i fidanzatini sono stati violentati-picchiati da immigrati.
A Milano una ragazza è stata violentata da un immigrato.

A Bologna da un immigrato.

Immigrato.
Immigrato. Immigrato.
La lega propone le ronde.

La Russa dice che le misure di sicurezza del governo sono ottime e che i soli crimini che non sono diminuiti sono gli stupri da immigrato.

Alemanno urla all'emergenza nazionale.

Il PD urla all'inefficacia delle misure di sicurezza... (che analisi profonda... furbetti)

L'UDC suggerisce di dare più fondi alle forze dell'ordine, invece che di tagliare.

Il popolo provato già da mille problemi socio economici cosa capisce?


Che il problema dell'Italia sono gli immigrati, o tutt'al più le leggi inefficaci del PDL.

Ecco l'obiettivo del PD(L+1) è stato raggiunto; depistare l'attenzione dalle cialtronate che si stanno per consumare in parlamento.


E la seguente notizia ne è una prova: Una ventina di giovani tra i 18 e i 20 anni armati di spranghe e bastoni hanno aggredito ieri sera quattro romeni che si trovavano davanti ad un locale che vende kebab in via Carroceto, nei pressi della fermata della metropolitana Colli Albani. Immediata la reazione del sindaco Gianni Alemanno che ha invitato i propri cittadini a non farsi giustizia da sé.

Qual è il vero problema?
Di sicuro non sono le leggi del PDL... perchè sono semplicemente finte, inutili, e soprattutto propagandistiche. Il carcere e l'espulsione per l'immigrato... tse... LEGGI INESISTENTI.
Di sicuro non sono gli immigrati... perchè tra i violentatori ci sono anche gli italiani che ricevono lo stesso trattamento.
Certamente non sono i magistrati e i giudici quelli si limitano ad applicare che i politici hanno fatto.... vedi l'indulto.

Forse forse il problema potrebbe essere dovuto all'indulto che ne dite?
O all'inefficacia delle leggi gia esistenti, o alla facile scarcerazione e ai facilissimi quanto probabili arresti domiciliari che pure il peggior delinquente riesce a guadagnarsi.

Che cosa ci faccio con piu soldati o forse dell'ordine se poi catturo il delinquente e dopo sei mesi me lo ritrovo per strada?
Perchè il problema dovrebbe essere il giudice se quello non fa che applicare la legge???

TUTTO QUESTO POLVERONE HA SOLO UN UNICO SCOPO CHE QUESTI SIGNORI (cof cof) STANNO RAGGIUNGENDO NEMMENO TROPPO DIFFICILMENTE.

L'attacco ai giudici e il problema degli immigrati serve solo ad illudere la gente che la riforma della giustizia del partito delle libertà sia necessaria, o tutt'al più a distrarli e a farli pensare AD ALTRO.
I per lo piu poveri e beceri italiani non si chiederanno MAI cosa sia questa riforma, però l'appoggeranno perchè dovranno eliminare il problema fittizio, anche se in realtà la riforma che il caro PDL sta spingendo servirà a sopprimere le intercettazioni, che potrebbero servire anche a rintracciare un violentatore immigrato (che tanto è odiato) e a limitare il potere dei magistrati.

E il PD che fa? Parla di inefficacia delle leggi del governo sulla sicurezza.... invece di allarmare la gente sul pericolo di tutta questa manovra??

Insomma gente... il problema è l'immigrato? Il giudice? Il magistrato?

O l'efficacia della legge che è sin troppo plasmata in favore del solito qualcuno e dei suoi interessi?

OPEN YOUR EYES.

PD(L+1).

Ale!

1 commento:

Anonimo ha detto...

Il problema, come al solito, sono le parole:
noti giustamente l'uso della parola 'immigrato'.
Ce ne sono almeno altre due che vengono sistematicamente utilizzate in accezioni negative, pur non possedendole, e sono:

"sinistra": prima era 'radicale'; ora, essendo stata eliminata la minaccia, si è passati al contenitore immediatamente più grande: 'sinistra')

e "comunismo": sovente vengono citati (tra comunicati, discorsi tv ed articoli di giornale) i precedenti governi "comunisti". Che, storicamente, in Italia non si sono mai avuti. È da chiarire: la Repubblica Italiana, da quando esiste, non ha mai avuto un governo "comunista".

Ripetendo in accezioni negative, 24 ore al giorno, queste parole come fossero demoniache, s'influenza l'opinione pubblica. Lo stesso accade per "romeno" e "immigrato". Anche quando non è necessario, o richiesto, queste parole vengono pronunciate in modo sibillino. E ti entrano in testa.
È subdolo, ma funziona.