martedì 19 gennaio 2010

Pensieri sul "cesso"

Si "cesso" unica parola italiana che fa riferimento al supporto sul quale ci sediamo per liberarci di ciò che ci appesantisce (parola del mio saggio professore di fisica).

Grazie a Costance, abbiamo ritrovato in verione online il libro che durante l'american trip di due anni fa, abbiamo tutti letto segretamente nel bagno della dimora brooklyniana di mia zia.

Dapprima lo leggevamo guardinghi dal confidarci, poi non so come siamo arrivati al discorso ci siamo ritrovati a dirci " AH SI PURE TU LO STAI LEGGENDO!!! E A CHE PUNTO SEI ARRIVATO??"




Bei ricordi per noi, fatti sicuramente originali per voi.
Ad ogni modo il bagno è veramente un taboo!

Se il bagno non è isolato acusticamente e fisicamente dalle camere frequentate, se non è areato e se non è soprattutto MIO ed ESTREMAMENTE PULITO, io ho serie difficoltà a concedergli il mio popò.

Ancora mi ricordo il lontano 99 in cui in cima al ragguardevole "empire state building" preso dagli spasmi post abbuffata planet hollywood, rinchiuso piegato in due nel bagno dell'ultimo piano, quasi in ginocchio mentre guardavo la toilette... alias CESSO, e mi dicevo lo faccio o non lo faccio.
Gli spasmi furono micidiali ma seppi resistere con coraggio tanto da farmi venire la stitichezza per i successivi 5 giorni.

So peggio de un pupo, cambio aria, casa, bagno e Alessandro manda in pensione l'intestino.

ODDIO CHE DISCORSO DI MERDA.

vado a dormire che è meglio....

PS BUON MARTEDI A TUTTI!

Ale!

7 commenti:

Lolò ha detto...

Ma amore ma tu non la fai!
Mi hai detto così!

Filippo ha detto...

Ahahah non ho potuto fare a meno di ridiere...questo post è uno spasso :D
L'argomento taboo per eccellenza è stato sdoganato!!!
Come te, non riesco ad usare un bagno che non sia pulito e tranquillo...la natura chiama nei momenti più in opportuni, ed è per questo che ho imparato a trovare bagni tranquilli e puliti per tutta la città : sono come una guida Michelin per i cessi XD
Ognuno ha i propri riti : il mio è quello di giocare con il cellulare mentre siedo sul mio trono...nel caso in cui fossi in casa con altri, apro l'acqua dela lavandino a tutta velocità : la privacy è cosi assicurata ^^

p.s. Un applauso alla sincerità di Lolò :D

Gabriele ha detto...

Ottimo cesso di post :D ... è vero... io sono stato male per una settimana quella volta in cui non l'ho fatta perchè ero in un contesto imbarazzantissimo (monovano in 7 persone per 3 giorni!!!)...
Adesso vado a lavarmi le mani!!!
Gabri

gigi er libraro ha detto...

Discorso de merda.. uh, che paroloni!! chiamala riflessione scatologica (è la stessa cosa, ma suona meglio, non trovi?)
Volendo fare davvero un discorso de merda, ce sarebbe invece sta mega porcata che m'hanno girato e che fa ampiamente ribrezzo
--
Potrebbe cominciare dal Pirellone, sede della Regione Lombardia, la carriera pubblica di Renzo, figlio ventunenne di Umberto Bossi. Il suo nome è fra i cinque che la Lega Nord chiede nel «listino bloccato», quello legato a Roberto Formigoni e che, in caso di vittoria nelle elezioni regionali di fine marzo, garantisce un posto sicuro nel consiglio regionale. Non solo. Perché nei corridoi leghisti si parla addirittura di una promozione immediata in giunta e di un assessorato da assegnare al rampollo per il quale sembra davvero arrivato il momento di cominciare a farsi le ossa. Principale indiziato l’assessorato allo Sport. Il figlio del Senatùr, infatti, tra le sue credenziali può esibire un ruolo da dirigente nella nazionale padana del pallone, dato che è segretario della Padania calcio, di cui è presidente il ministro dell’Interno Roberto Maroni. Ed è da tempo un piccolo leader dei Giovani padani, il movimento dei leghisti in erba. Ma un po’ di carriera Renzo l’ha già fatta, visto che dal gennaio del 2009, è stato nominato membro dell’Osservatorio sulla trasparenza e l’efficacia del sistema fieristico lombardo. Ora il salto nella politica che conta. Con un possibile esordio nel consiglio regionale. Se ne parlerà oggi, nel vertice convocato dal Pdl lombardo nella sede milanese di viale Monza per discutere di candidature e campagna elettorale.
[IL GIORNALE]

E nemmeno possono dì che sta notizia l'hanno tirata fuori quei cattivoni dei giornali comunisti..

PS: cmq è proprio quel caprone che ha dovuto dare 876 volte l'esame di maturità, non è omonimia..

Riccardo ha detto...

Con quel fallito della "trota" ero rimasto indietro... me l'ero persa che lo volessero candidare per le regionali.

Anonimo ha detto...

Quoto Filippo: post esilerante!!!!!
però anche se il bagno non è isolato acusticamente nessun problema: infatti il proverbio recita TROMBA DI CULO SANITA' DI CORPO......

gigi er libraro ha detto...

uhm.. quasi quasi riciclo sto proverbio al prox Pride.. che ne dite?