venerdì 12 febbraio 2010

La neve a Roma

h

la neve a Roma mi eccita come un bambino.
Mentre arrivavo a lavoro ero incredulo nel vedere palle bianche grosse quanto noci scendere fitte dal cielo. diavolo siamo a Roma!!! queste cose di solito qui non succedono!!! :D

ne ho approfittato e sono andato al V piano a fare qualche foto con l'intento di immortalare il cuipolone bianco prima che si sciogliesse tutto... cosa che stà già accadendo!!

Certo dobbiamo anche dire una verità se è vero che la neve a Rm sà di magico per molte persone ha anche un altro significato:

- i dipendenti dell'ospedale uscivano per rientrare perchè bloccati nel traffico.
- i pazienti non ci sono arrivati in reparto perchè le ambulanze non hanno le catene...
- gli scooter cadevano per terra come fiocchi di neve.
- Ratzinger era contrariato perchè sprovvisto di mumboot di Prada.
- Silvio ha detto che i meteorologi stanno palesemente cercando di sovvertire il voto degli italiani e che la nevicata è tutto un complotto contro di lui.


Ale!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Uhm....se ti dico CIC sbaglio?

Alessandro! ha detto...

Io dico CioK ;)

gigi er (dotto?) libraro ha detto...

Vulvia's mode: on

Anche in epoca latina la neve a Roma era un fatto eccezionale, tanto che Orazio (il poeta, NON il personaggio disney..) descrisse così lo scenario che gli si parò davanti dopo una grossa nevicata nell'Urbe
--
Vides ut alta stet nive candidum
Soracte nec iam sustineant onus
silvae laborantes geluque
flumina constiterint acuto?
[orazio]
**
trad.:
vedi come la candida neve sta alta
sul Soratte, chè ormai gli alberi affaticati
non ne reggono più il peso
e per il gelo acuto rabbrividiscono i fiumi?
(certo, detto in latino ha tutta un'altra musicalità)

Si3Ge ha detto...

Ho fatto anch'io un decimigliaio di foto... e le colleghe idem.
Ti sei perso la lotta di palle di neve poco dopo che ci siam visti... Incominciata dal tizio che ricarica i tesserini (a tradimento mentre scattavo la foto)...
Mi son ritrovato neve nella tasca del camice dopo mezzora quando sentivo qualcosa di umidiccio al fianco destro...
Coi pazienti che ci guardavano strani (per la serie: i bimbi).
Però è stato fighissimo!!!

Riccardo ha detto...

Dai Ale che domani vai al lavora con gli sci XD

Anonimo ha detto...

Caro libraro, sono colui che tu hai definito tronzollone nel precedente post...
Resto ammirato e stupito di come tu passi tranquillamente da Garcia Lorca a Orazio...!
Il prossimo che citerai chi sarà...!?!
Con affetto,
anonimo trollonzone!

Anonimo ha detto...

ahhhhhhhhhhhh Ale......qui mi piaci di più XD (mi riferisco al post appena pubblicato.
Gli utimi 2 capoversi sono FANTASTICI!

gigi er libraro ha detto...

ehm.. sarebbe trollonzone (da troll; se conosci un minimo di netiquette sai pure che vuol dire..)