martedì 30 marzo 2010

Il governo che è contro le tasse e a favore della tecnologia ha creato una nuova tassa contro la tecnologia


E' in vigore da 4 giorni, ma voi non lo sapete.

Si tratta del decreto sull’equo compenso SIAE, ovvero quella bella idea del Governo per cui d’ora in avanti su ogni supporto di memoria che compreremo dovremo pagare una tassa: 15 centesimi per ogni cd vergine, 41 centesimi per ogni dvd, fino a 7 euro per una penna usb, fino a 20 euro per un hard disk esterno, per quelli interni già installati nei pc si arriverà a pagare anche 32 euro. Sono inclusi perfino i decoder Sky provvisti di hard disk.

Non c’è supporto che venga escluso, anche le schede che sono utilizzate di fatto nelle macchine fotografiche digitali. Uno pensa di comprare le schede per registrare le foto delle proprie vacanze, ma con quell’acquisto finanzia anche una parte delle vacanze di Scanu, Emanuele Filiberto, Pupo e compagnia.

Qui il decreto con le tabelle complete.

Questo decreto introduce un meccanismo che fa crescere la tassa in ragione delle performance dell'apparecchio, incidendo sui costi sostenuti dagli utilizzatori.
Come a dire: più gli ingegneri riusciranno a realizzare prodotti ben fatti, miniaturizzati e capienti, più saranno sfavoriti.

Questa legge di fatto va a toccare la crescita dell’innovazione tecnologica nel nostro Paese.


L’ennesima conferma di quanta distanza ci sia fra le parole e gli atti di questo governo.

PS: Io da oggi vi romperò i coglioni come non mai.
Berlusconi vi dovrà uscire dalle orecchie.

Sarete così nauseati che non avrete mai più il coraggio di posare quella maledetta matita sul simbolo del PDL.

MAI.


Lolò

6 commenti:

Gatto ha detto...

SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
ROMPIAMOGLI LE PALLE !!!!!!!!!!!!!!!!!!

gigi er libraro ha detto...

vedi, il problema non è chi vota il messia che sconfiggerà il cancro in 3 anni: già lo scrivevo stamattina, il guaio pazzesco è che i ragazzi della vostra età, come pure quelli appena maggiorenni, non ci vanno proprio a votare!!!
Su quelli toccherebbe puntare se vogliamo fare qsa per svecchiare sto gerontocomio: bastavano 3/4 mila 18enni al seggio e stavolta avrebbe vinto anche l'Emma giusta!
Insomma: la vecchietta devota al tg4 non cambierà mai idea e però a votare ci viene; con lei tocca solo attendere l'evoluzione naturale. Invece la ragazzetta del Zack Efron fan club su facebook, se ne frega di tutto ciò che non sia amici-grande fratello-che me metto stasera-cazzeggio libero & lobotomizzato
Come fare per farla impegnare anche su cose un po' meno frivole? BOH! so solo che va fatto. Urgentemente

Riccardo ha detto...

Questa legge è stata voluta dal nostra amatissimo ministro-poeta-leccaculo Bondi e è da un pò di mesi che era uscita la notizia, solo che ovviamente ai tg non te lo dicono mica... Cmq l'unica cosa positiva è che da oggi scaricherò a go go giorno e notte fregandomene della siae e che mi vengano a rompere il cazzo perché il mondo della musica è in crisi.

U.N.Owen ha detto...

gigi vedo che la pensiamo alla stessa identica maniera...basta vedere la somiglianza con il mio commento al post di ale (e ti assicuro che non avevo ancora letto il tuo)...questo per dirti che come te sono sconcertato e soprattutto preoccupato per la direzione che stiamo prendendo che l'Italia sta prendendo...sinceramente non saprei nemmeno io trovare una soluzione alla generazione idiota e vuota che sta scaldando i banchi delle scuole, molti dei quali già elettori.Usciremo mai dall'era dell'Italietta giolittiana?

gigi er libraro ha detto...

Mi fa piacere che sei/siete d'accordo com me; mi terrorizza notare che NESSUNO tra chi è all'opposizione si renda conto de sta cosa

un passante ha detto...

..mmmm, legge discutibile sicuramente, specialmente la parte sulle memory card per fotocamere ( a questo punto si presuppone che le foto ancora da scattare siano già protette da copyright), il discorso è guai a loro se rompono i coglioni con la pirateria..