mercoledì 23 marzo 2011

MA PER FAVORE....



Alfonso signorini intervistato da quell'altra gallina della D'Urso:

“Ebbene sì, lo confesso. Non l’ho mai detto a nessuno, ma lo dico veramente! C’è stato un periodo in cui ho preso una sbandata per Valeria. Innanzitutto Valeria era una bellissima ragazza, oggi è una bellissima donna. Ti parlo di 15 anni fa. ravamo a Sabaudia a fare un servizio fotografico. Stiamo stati presi da una pazzia. Io sono un galantuomo non racconto mai. Ma se vuole lo farà lei”


MA PER FAVORE UN MINIMO DI DECENZA.

1) Chi caxxo ci crede?
2) Ma chi se ne frega?
3) Si può provare sincero sdegno, leggasi schifo, nei confronti di una cateogoria di omosessuali repressi di destra filo berlusconiane, pur essendo omosessuale?

Lo dico:

SIGNORINI MI FA SCHIFO.

Ale!

6 commenti:

Anonimo ha detto...

fa schifo anche a me. servo infimo. e poi è veramente antiestetico. il problema è che la classica massaia di voghera pensa che lui sia il prototipo del gay italiano medio. noi che siam gay, invece, sappiamo perfettamente che siamo altro da signorini!

william

Bert ha detto...

ahahah! Ma allora era vero!?! Quando me l'hanno detto non scherzavano!?!

Ogni giorno che passa questo tizio si rende più ridicolo, quando pensi che sia arrivato al peggio... esce fuori che ha avuto una storia con Valeriona!
Terribile. -_-"

Rio Pacheco ha detto...

Oddio Ale sottoscrivo in pieno!!!!!! Ma proprio di brutto!!! Ratto di fogna ma perché non crepa?

eja ha detto...

Non lo sopporto -.-

Anonimo ha detto...

Solo perchè è filo berlusconiano.
Sei ridicolo.

Desaparecido ha detto...

su dai siamo generosi e diamogliela per buona, ma in questo caso il vero scoop, ed unica spiegazione plausibile, è che Valeria Marini è dotata di un grosso grosso GROSSO pene !

@ caro anonimo la tua critica è ridicola perchè Signorini non è semplicemente filo berlusconiano, Signorini è un dipendente di berlusconi e deve la sua posizione unicamente a lui, e manifesta il servilismo verso il suo padrone nel modo più viscido e sfacciato possibile, facendo venir meno la sua stessa dignità non solo come gay ma proprio come individuo, raggiungendo livelli di prostituzione molto più alti rispetto alle ragazze dell'olgettina.