venerdì 29 aprile 2011

Flusso di incoscienza

Voglio scrivere qualcosa, mentre sto qui, rileggendo dirò che non ero in me. Scrivo almeno faccio qualcosa. Almeno mi sfogo. È salita un sacco di gente. Ma dove siamo? Ottaviano. Dopodomani 1 milione di pellegrini. Una domanda: ma dove cazzo ce li mettiamo? Ma questa accanto sta leggendo cosa scrivo? Se è così, leggi questo: vaffanculo. Non ho più tempo per il blog. Siamo usciti fuori con la metro. Fra Lepanto e Flaminio c'è un tratto dove si passa in superficie. Io scendo a termini per cambiare e andare all'eur da ale. Spagna. Il contratto di stage è finito oggi. Ci vogliono fare un altro contratto, a tempo, fino a ottobre. E l'università? È un mezzo, non il fine. La signorina in rosso mi guarda brutto. Ha appena parlato. È straniera. Repubblica. Col cell scrivo lento. Il 4 maggio.. Termini. Scendo. A dopo.
Salgo con le scale mobili. È da una settimana che mi fa male la spina dorsale. Lunedì non posso andare a lavoro. La metro B fa schifo. Il tipo accanto a me ha sfoderato un'iPAD notevole. In realtà è tutta colpa della sua assordante indifferenza. Ho 1000 cazzi per il culo, passatemi l'espressione volgare. Sto pur sempre qui per sfogarmi. Toh! Ristò a piramide. Chiuso l'iPAD. Si alza. Ciao. Quanto ho scritto? Ho scritto su facebook che sto per implodere. È fisica ragazzi: quando la pressione all'esterno è troppa la roba implode, collassa. Il sushi doveva tirarmi su. Ma me lo ritrovo sempre davanti e lui mi butta completamente giù. Ho notato che i miei migliori amici sono depressi. Forse anche papà lo era. Io no tranquilli. Anche perché sono arrivato. EUR magliana. Scendo. Voglio scendere. Sono scesi tutti. Ho incrociato Giuseppe un compagno del liceo. L'ho evitato. Non mi sta simpatico. È cattolico integralista. Senza offese. Un messaggio. Sarà ale. Vi saluto. Perdonate lo sfogo

7 commenti:

Bert ha detto...

non lasciarti buttare giù, non farti schiacciare dalla pressione... e lo dico da totale incoerente schiacciato quale sono.

vento18 ha detto...

non implodi... sei abbastanza tenace e resiliente ;-)

Marco ha detto...

Qualsiasi cosa abbia scatenato tutto questo...non lasciare che prevalga sul resto. E' solo un momento, ne sono certissimo, è solo uno sfogo..e che cazzo ogni tanto ti potrai sfogare pure te no? E allora sfogate Lorenzo.
Vorrei però citare anche un telefilm che piace ad entrambi. E' qualcosa che mi è rimasto molto impresso. Jack, prima serie credo, come affrontare la paura: 10 secondi, solo 10 secondi in cui ti lasci andare alla paura, al panico. Passati quei 10 secondi, però, bisogna tornare lucidi. Forse per Jack 10 secondi bastano, per noi comuni mortali ci vuole qualcosa in più..l'importante è che alla fine del conteggio tutti quei pensieri che ci hanno prostrato abbandonino la nostra mente.
Io confido in te Lorenzo!
Un abbraccio! E buono sfogo! ;)

gigi er libraro ha detto...

momenti down capitano, lolò. in bocca al lupo per il contratto, che è la cosa più importante: i papaboys se ne andranno, il lavoro spero di no!!
leggendoti, pensavo a una vecchia frase che mi sembra adatta a quel che scrivi dalla metro: "fermate il mondo, voglio scendere!"

un abbraccio solidale

LeMon ha detto...

Ci sono momenti in cui sembra che tutto non abbia un senso, ma poi passano.Forse ora avrai riacquistato il tuo bel sorriso. :)
un abbraccio forte forte a lolò woolf

Vince Symo ha detto...

Potersi sfogare è lecito (dopotutto, qui sei anche in casa tua... ;)), avere paura è umano, non lasciar prevalere quest'ultima, un nostro "dovere" di vita.
In bocca al lupo per tutto! Un abbraccio. ;)

Aladar ha detto...

Un post bellissimo. Sono contento che tu abbia voluto condividere con noi un pochino di te! Sennò, che ci stiamo a fare?? :) Baci.