lunedì 4 luglio 2011

Censurami


Il 6 luglio sarà approvata una delibera dell’Autorità Garante delle Comunicazioni che permetterà di oscurare i siti ritenuti responsabili di violazione del diritto d’autore, senza un regolare processo. Sarà sufficiente una segnalazione per decretare la chiusura di un sito.

L’Italia è il primo paese al mondo che concede un simile potere all’Autorità garante delle Comunicazioni.

Il provvedimento si applicherà a “tutti i siti, i portali, i blog, gli strumenti di condivisione di file in rete, le banche dati, i siti privati che siano sospettati di contenere anche un solo file in grado di violare il diritto d’autore.

La sospetta violazione anche solo di un solo file protetto dal diritto d’autore tra quelli visti in precedenza farà scattare la procedura di cancellazione o di inibizione.

L’Autorità avrà il potere di sottoporre a cancellazione o di inibire l’accesso ai siti che siano semplicemente sospettati di contenere ad esempio:

1) Contenuti giornalistici espressamente riservati che vengono riprodotti da fonti successive senza autorizzazione
2) Contenuti giornalistici anche non riservati che non vengono ripresi integralmente da altre testate o giornali ma da siti privati (es blog)
3) Fotografie “artistiche” o video inseriti in siti, portali o blog
4) Contenuti caricati da utenti su piattaforme di condivisione di siti privati
5) Software liberi o meno che contengano componenti sospettate di violazione di diritti di autore
6) Banche dati on line pubbliche o private contenenti almeno un file sospetto per il quale non è stata rilasciata l’autorizzazione da parte del titolare
7) Fotografie o video amatoriali caricati nelle piattaforme UGC contenenti un sottofondo musicale
8) Video caricati dalle web tv

Dunque, chi trarrà beneficio da tutto questo? Molto probabilmente i grossi produttori di contenuti (vedi Mediaset).

Solo per farvelo sapere

Lolò

Nessun commento: