lunedì 4 luglio 2011

Val di Susa, ITALIA, 2011

L'informazione. Quella in presa diretta.

Eccola qui




Lolò

11 commenti:

gigi er libraro ha detto...

effetti collaterali del'età avanzata: voi eravate bambini o poco più, ma a me sta storia ricorda assai quel che successe esattamente 10 anni fa a Genova col G8 (zone rosse, presìdi, eccetera). Siccome da giuovin suffragetta no global ero lì, so di cosa parlo!
E m'andò molto bene, chè preferii andarmene il venerdì sera (si capiva che l'aria stava diventando troppo pesante & pericolosa): dormivo in sacco a pelo alla Diaz e la sera dopo passarono a salutarci i celerini..
Anche allora si sapeva da MOLTO prima che sarebbero arrivati Black block & contorni e, indovinate un po'? NESSUNO fece qsa per non far scoppiare tutto quel casino.
Unica differenza: nel 2001 c'è scappato il morto; domenica, per fortuna, no.
Ma la cosa non mi consola

Anonimo ha detto...

Perchè non ci proponi qualche immagine e/o video dei polizziotti feriti?
E dei manifestanti che lanciano pietre e bottiglie piene di ammoniaca?

Lolò ha detto...

Ma per quello ti basta sintonizzarti su Studio Aperto.

Io ti faccio vedere quello che Studio Aperto non ti fa vedere

Anonimo ha detto...

Che poi potrebbe anche essere una storia inventata..

Comunque dovresti condannare la violenza da entrambe le parti invece che faro lo spiritoso.

Lolò ha detto...

Condanno certamente la violenza, ma il messaggio di questo post voleva essere che come al solito in TV ci fanno vedere quel che fa comodo a qualcuno

Davide ha detto...

Io qui ci vivo, in Val di Susa intendo. E purtroppo ormai dal 2005 mi trovo, mio malgrado, a vivere sovente queste situazioni. Certo domenica è stato un caso a parte, molto molto sentito. NOn sono qui per fare un comizio pro tav o no tav, ognuno ha le sue idee e che se le tenga con il rispetto con delle altre. UNa cosa con certezza però la posso dire, perchè io c'ero e ci sono qui e ho visto e vedo: quello che si vede in televisione o si legge sui giornali è molto parziale. Ci sono stai scontri e no global, c'è stata violenza gratuita verso la polizia da parte di qualcuno, e ovvimanente non posso approvare questo gest. Ma c'era anche un corteo di oltre 30.000 persone formato da uomini e donne, anziani, bambini, genitori, persone che vivono questa terra e vogliono, a torto o a ragione, difenderla. poi si può discutere un'infinità sul fatto se sia giusto o meno il progetto tav, se sia giusto o meno il metodo di comunicazione governo-territorio utilizzato etc ...
Il senso del post è riuscitissimo, ovvero spiegare che nessun giornale nessuna televisione hanno fatto vedere cosa davvero è successa domenica scorsa qui.

Lolò ha detto...

Grazie davvero per la tua testimonianza Davide, perchè è preziosa

gigi er libraro ha detto...

..quindi Davide mi conferma che le analogie con Genova 2001 sono anche più di quante pensassi.. anche quella volta sembrava che la città fosse stata messa a ferro & fuoco da ste bande di pazzi che volevano solo sfascià tutto; beh, c'era veramente di tutto in mezzo a noi, dalle suorine a quelli del Leonka [noto centro sociale di Milano] ma andavamo discretamente d'accordo da tutta la settimana.
Poi però il venerdì pomeriggio ci accorgemmo che qsa non quadrava più come nei giorni precedenti: vedevo arrivare gente strana e preferii andarmene; per fortuna!

Giornali & tv ci descrissero, tutti o quasi, SOLO come orde di barbari, ed era l'era pre-youtube & facebook. In pratica la preistoria del web, quando un modem a 56K sembrava velocissimo..

vi assicuro che fu una cosa moooolto complicata provare a far capire in giro che la realtà era un po' più complessa di come venne descritta in tv!

Davide ha detto...

Beh Gigi è il solito vecchio trucco che viene utilizzato ad ogni gay pride in fondo, la sostanza non cambia. Si inquadrano sempre e solo drag e gente mezza nuda su carri, come dire, molto folcloristici e si fa passare inosservate tutte quelle persone (scusa l'orrendo termine ma è per capirsi) "normali": uomini e donne che vestono in maniera anonima, che hanno lavori anonimi etc ... persone che nella vita fanno i postini, i vigili, i medici, i macellai, i venditori di scarpe e chi più ne ha metta :) Ma questo non è interessante, e se al gay pride fa molto più audience inquadrare la parte carnevalesca della parata alla Maddalena di Chiomonte fa molto più audience inquadrare violenti organizzati che con il loro comportamento vanificano e sovrastano le lotte "democratiche" di anni degli abitanti di questa valle.

gigi er libraro ha detto...

sì.
e no.
ossia: certamente c'è sta tendenza ad enfatizzare il "monstrum" morbosetto e/o che scandalizzi, sia ai pride che in queste manifestazioni.

però
qual è il msg che è passato domenica? che TUTTI quelli che stavano lì volevano solo spaccare tutto.
quanti si son presi la briga di spiegare i MOTIVI per cui si sono fatti questi cortei? pochi, nevvero?
ecco, pure questa è un'analogia più col G8 di 10 anni fa che coi pride.
almeno secondo me

detto ciò, se non si fosse capito, sono con voi; se non fisicamente, almeno col "tifo"
forza ragazzi!

gigi er libraro ha detto...

postilla: per tutto il resto, straquoto quanto segue
http://goodasyou-massi.blogspot.com/2011/07/saldi-saldi-saldi.html