giovedì 8 aprile 2010

Cose da sapere subito

Vivi volevo segnalarvicisivi questo stupendo post, che qui vi trascrivo:

"Ci sono cose che avrei voluto sapere subito invece di impiegare anni a impararle da solo.

Certo non sarebbe un problema se la vita umana avesse una durata accettabile (mille anni?), ma in queste condizioni è troppo fastidioso dovere sprecare tempo e energie per capire cose ovvie, cioè cose che prima o poi tutti devono capire per poter iniziare a vivere decentemente.

Avanti di questo passo io inizierò a vivere decentemente fra cinque miliardi di anni, quando il Sole sarà ormai una gigante rossa e la Terra un pianeta inabitabile. Intendo molto più inabitabile di adesso.

Appena uno nasce bisognerebbe dargli subito l’elenco delle cose da sapere e dirgli: “toh, da qui in poi fai tu”. Per questo ho deciso di divulgare le ovvietà che ho imparato a mie spese e con grande fatica, sottraendo tempo prezioso alla ricerca di nuove tecniche di masturbazione. Mi rivolgo soprattutto ai neonati. Ascoltatemi bene, bambini, dovete assolutamente sapere che:

a) Quando una donna dice “tu mi lusinghi”, dice “no”. Non bisogna insistere. Insistere si chiama “violenza sessuale” e la violenza sessuale è reato, salvo decreti dell’ultim’ora.

b) Quando un uomo dice “no”, non dice niente. Basta riuscire a prenderglielo in mano ed è fatta. La violenza sessuale delle donne sugli uomini non esiste.

c) Chi ti deride per scherzo è uno che vorrebbe deriderti sul serio ma non ne ha il coraggio. Il contesto scherzoso gli serve solo per deriderti senza correre rischi. Questa informazione è particolarmente utile non tanto per sapere quando è il caso di offendersi (offendersi è stupido), ma per conoscere meglio chi si ha davanti.

d) Offendersi è stupido.

e) Una persona che ti accusa senza fondamento di qualcosa è una persona che abitualmente fa quel qualcosa. Per esempio, uno che insinua che racconti balle è uno che racconta balle, uno che sospetta che tu lo voglia fregare è uno che abitualmente cerca di fregarti, e così via. Questa cosa e quella detta al punto “c” sono molto utili per capire alla svelta le persone e fanno risparmiare un sacco di scocciature, delusioni e soldi. È come se le persone diventassero trasparenti e si riuscisse a vedere quello che hanno dentro: milza, polmoni, pancreas e due o tre etti di cacca.

f) Mai discutere con chi parla per avere ragione. Quando una discussione s’infila nell’imbuto del volere avere ragione va mollata immediatamente. È molto facile accorgersi quando succede.

Gran bel film, vero?

Una merda.

Anche le scene d’azione? È difficile trovare scene d’azione così —

Di merda.

Però gli attori erano bravi.

Merde.

Discussioni di questo tipo possono essere utili solo per sfogare la propria aggressività, ma in tal caso bisogna saperle affrontare con la giusta dose di sarcasmo, disprezzo e urla belluine.

g) Una cosa su cui ti arrovellerai spessissimo, caro mio piccolo feto appena espulso, è sapere se un amico è veramente un amico. Io ho elaborato un test infallibile e ora te lo dirò gratis. Perché sono buono? No.
Fase 1: racconta al candidato amico un tuo successo personale, non importa che sia grande o piccolo, basta che ti mostri soddisfatto di te stesso; se il candidato non dà il minimo segno di gioia, non fa nessuna domanda e lascia cadere il discorso come se niente fosse, vuol dire che: o non è tuo amico o è solo molto preso da sé.
Fase 2: racconta al candidato una cosa che ti è andata male e che ti ha deluso, se quello inizia a fare domande a raffica, vuole sapere tutti i dettagli e pretende che gliela racconti più e più volte come fanno i bambini con le loro favole preferite, vuol dire che non è molto preso da sé.

h) Se ti sminuisci ti prendono subito in parola.

i) Le critiche non sono attacchi, questo segnatelo sulla retina.

l) La maggioranza ha sempre torto e le poche volte che ha ragione è per il motivo sbagliato.

m) Le persone che ti danno dei consigli vogliono solo renderti simile a loro. Prima di seguirli verifica che ne valga veramente la pena."


Lolò

12 commenti:

PD ha detto...

Questa è proprio Saggezza e come direbbe Gabriele La Porta interpretato da Corrado Guzzanti: Bastardo non è un insulto, è una parola bellissima, lo dice Hillman, viene dal greco "Bastardeus" che vuol dire "saggezza".

gigi er libraro ha detto...

beh, manca solo "dai una coltellata a uno che te fissa troppo a lungo per strada: sicuramente è un maniaco sex" [anche se in realtà guarda nella tua direzione solo perchè aspetta l'autobus..] e la lista del paranoico perfetto è completa!
un consiglio a chi ha scritto sta cosa: take it easy, boy!!

un passante ha detto...

ihihih, concordo con gigi er libraro

Gianpaolo ha detto...

no comment a) e b) per ignoranza in materia, ma per il resto ...
gigi mi sa che so' paranoico!! :(

Pluto ha detto...

Mi e' piaciuta quella sul "no" dell'uomo... Perche' e' terribilmente vera xD xD xD E la reazione degli amici ai successi personali e' effetivamente la prova migliore per vedere quanto ci vogliono bene e quanto vogliono in realta' il Nostro bene, indipendentemente dal loro.

Ale223 ha detto...

a parte due-tre cose, banalità a raffica. In generale tendere a diffidare da chi pensa di aver capito tutto dalla vita non è male, di solito son solo persone che si son prese cocenti delusioni. E le delusioni, fortunatamente, variano da persona a persona e non è una cosa da cui ci si può mettere universalmente in guardia.

Detto ciò, il punto b è condivisibile al 101%

un passante ha detto...

Io sono dell'opinone che nessuno è perfetto, e anche i nostri amici possono rivelarsi come lo intende questo intervento, tutti siamo soggetti a reazioni, sentimenti umani, noi come i nostri amici.
La cosa che si differenzia è la consapevolezza, tutti possiamo gioire per un nostro amico, ma sarebbe ipocrita dire che nessuno possa provare anche dei sentimenti contrastanti (invidia, gelosia, ecc), anche, se non evidenti, allora queste persone sono false?
si potrebbe anche essere, ma esiste anche chi pur provando queste cose contrastanti, sa bene da cosa possa derivare, il perchè, il come ecc ecc..., insomma un amico sa scindere quello che sono le proprie sensazioni interiori dalla condivisione di una gioia o un dolore che si sta condividendo.

Aladar ha detto...

Non ho ancora letto il post ma volevo chiederti: "Vi volevo segnalarvi" che cos'è, un rafforzativo??? :DD
Scusa, ma è così raro che scrivi uno 'sfondone' che non ho resistito e te l'ho voluto segnalartelo! Mi perdoni?
Con affetto.
Aladar.

Francesco ha detto...

Magari fosse tutto così semplice...
:)

Lolò ha detto...

@Aladar: Grazie per la segnalazione! XD
Allora mi sa che lo rafforzo ancora di più
(...fatto! :P)

@TheOthers: Certo che è banale e semplice.
E come mai nonostante le istruzioni per l'uso siano così semplici, non riusciamo mai a far funzionare il prodotto?

-IlDave- ha detto...

Banale e semplice perchè, di fondo è ironico. Vuole essere semplicemente un post che spiega quando sia "teoricamente" facile comprendere gli altri mentre non è cosi. Comunque era ed è un testo ironico, che quindi va letto e preso cosi com'è ... per sorridere. punto! :D

Anonimo ha detto...

Lolò quanto ci prendi per il culo ehhhhhhhhhh???? "Vivi volevo segnalarvicisivi" :-)
Cmq non è male nemmeno il punto a) rispetto al b): succo del discorso: i maschi sono considerati "inferiori", del resto lo siamo x davvero anche numericamente :(