venerdì 14 maggio 2010

Un pericolo molto oggettivo.


Il papa dichiara: aborto e matrimoni gaysono tra le più insidiose e pericolose sfide che oggi si pongono al bene comune”.

Tirano un sospiro di sollievo milioni di africani: muoiono di fame, guerra e malattie, ma almeno da loro i froci li lapidano.


Poi voglio dire, mi fa anche un pò montare la testa questo qui: io e Ale saremmo tra le più pericolose sfide che oggi si pongono al bene comune!?

No dico: WOW!

Mi fa sentire davvero importante! Grazie!

Mi sopravvaluta, davvero

Lolò


Ps mi aggiungo a Lolò per portare un esempio di vere pericolose sfide di cui il Papa dovrebbe veramente parlare invece che sproloquilare ipocritamente cazzate.

http://www.agi.it/cronaca/notizie/201005141341-cro-rt10118-si_svena_per_mancato_pagamento_stipendio_muore_infermiera

Quanto mi fa incazzare st'imbecille.

Ale!

13 commenti:

-IlDave- ha detto...

Secondo me ha solo bisogno di scopà un pochetto. Di "sfogarsi". Uno gli farebbe bene alla pele, si sa che il sesso illumina il viso, e due vivrebbe più sereno pure lui. Cosi si che potremo pensare insieme, io e lui, al bene comune. Anche perchè io credevo di lavorare già per costruire il bene comune, ora scopro che non è cosi per colpa di Ben che mi porta sulla cattiva strada. Mannaggia

Matt (varesino) ha detto...

C'è da esserne lusingati infatti :)
Devo dire che ascoltare quest'uomo aumenta la mia autostima! :D

Alessandro! ha detto...

che rabbia. la gente muore di fame e di aids e sto stronzo spara ste cazzate! magari je pia un coccolone

LAlessia ha detto...

Purtoppo, morto un papa se ne fa un altro.

gigi er libraro ha detto...

(a slice of life)
Quella smania che ti prendeva allo stomaco, quella sensazione di elettricità che si impossessava del tuo corpo e tu non la potevi controllare.
Quel mangiare in silenzio, cercando di evitare gli sguardi di mamma che sembravano strapparti tutti i pensieri.
Quel sentirsi completamente solo anche quando intorno c’erano tante persone.
Quelle notti passate a piangere di nascosto per via di quel desiderio che non si poteva dire a nessuno.
Quell’incredibile senso di liberazione la prima volta che ne hai potuto parlare con qualcuno.E la forza che ti ha dato farlo.
Il primo bacio ad un ragazzo, un semplice bacio ma che ti ha fatto piangere di gioia e ti ha fatto capire in un secondo cosa c’è dentro di te.
Quella sera in cui, per la prima volta, sei andato in un locale gay e ti sei trovato circondato da suoni e luci, con la voglia di iniziare a ridere e a saltare, pervaso da una gioia che non avevi mai provato e che avresti voluto non finisse mai.
Quella sera che, tornato dalla disco, ti sei messo a letto e ti sei sentito l’uomo più ricco del mondo.
Quella volta che hai conosciuto un vero amico, e ti sei accorto di quanto ti faceva sentire invincibile perché non eri più solo.
Quelle telefonate da telefono fisso (sì, di cellulari ancora ce n'erano pochi all'epoca), fatte a bassavoce, piene di frasi in codice, dove si costruivano sogni e si rideva per un niente.
Quella volta in cui, per la prima volta, hai fatto all’amore.
Quella volta in cui hai imparato che non tutti sono in grado di accettare questo tuo modo di vivere.
Quella volta dove hai pianto per le delusioni ed hai avuto paura di non potercela fare, perché il mondo gira dall’altra parte, e tutti ti dicono che stai sbagliando.
Quella volta in cui ti sembrava che le tue scelte ti si ritorcessero contro ed avresti voluto morire per non sentire più tutto quel dolore.
Quella volta in cui hai toccato il fondo.
Quella volta in cui hai scoperto di avere una forza che pochi hanno, la volta in cui ti sei guardato allo specchio ed a voce alta hai detto “Io sono gay, e non cambierò per voi!”.

[dedicato a tutti gli omofobi, cattolici & no]

gigi er libraro ha detto...

..e cmq..
http://www.youtube.com/watch?v=RfspfHwV7

Gianpaolo ha detto...

è assurdo il distacco dalla realtà che emerge da queste parole... addirittura queste sarebbero le ALTISSIME SFIDE della chiesa cattolica?!?
passi la posizione circa l'aborto, tutto sommato la reputo coerente con i valori cristiani, anche se come al solito irrispettosa della libertà di scelta dell'individuo, ma il matrimonio gay in che maniera danneggerebbe le sorti dell'umanità??

Ps. @gigi: non so se sia una citazione o meno (anche perchè l'URL mi risulta non corretto)ma in ogni caso è bellissimo quello che hai scritto *_*

gigi er libraro ha detto...

lo sfogo è mio (mi fa piacere che piaccia! tnks!!); l'url è di un bel video-parodia su youtube

Anonimo ha detto...

concordo con Lolo e con Ale senza usare i termini che utilizza lui!
Ciò che mi colpisce di quest'uomo è che comunque tanti ragazzi vanno a fargli festa!!!!! Ma ndo hanno gli occhi??
A parte l'estetica che lo rende gia antipatico solo a sentirlo e vederlo, ma come fa a dichiarare tali concetti sui gay proprio ora che si svelano tanti altarini di abusi su ragazzi??
Proprio vero che chi predica bene razzola male xD

OT anch'io mi unisco a Gianpy x complimentarmi con Gigi. Stupenda è dir poco.....

Alceo ha detto...

E' bastato assistere ad un vostro sguardo, l'uno negli occhi dell'altro, per intenerirmi.
Mi chiedo come si possa temere quest'ardore talmente delicato. L'amore tra due ragazzi può riflettere ciò che di più puro e innocente offre la natura umana.
Cosa tanto grande, vitale, compresa forse solo da chi questa ninfa l'ha perduta. Ciao Ragazzi,
Alceo

Unknown ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Lolò ha detto...

Grazie Alceo! Mi fa davvero piacere leggerti qui! Resta in nostra compagnia! ;)

gigi er libraro ha detto...

postilla: l'url che volevo mettere ieri è questa (e stavolta è corretta, giurin giurello!!)
http://www.youtube.com/watch?v=RfspfHwV7eA
l'è ganzo sto video, nevvero?