mercoledì 10 marzo 2010

And Then There Was Salsa

Le pubblicità ci riempiono la testa, e ci escono fondamentalmente dalle orecchie.

Ma sono anche un grande esercizio creativo, e spesso questo esercizio risulta persino gradevole.

Basti pensare alla pubblicità della Bravia che mi piace tanto e che ho postato più di una volta.

La nuova frontiera è quella di internet, che permette di sfruttare questa piattaforma in modo inusuale per creare risultati d'effetto.

Per esempio, vedendo questa pubblicità, mi viene voglia di comprare tanti barattoli di questa salsa :D

PS: Ieri me so magnato una valanga di nachos con salsa piccante e guacamole (avocado)!

oink oink!

Lolò

6 commenti:

SkraM ha detto...

no dico... ma l'avete vista bene la pubblicita di questa salsa? *_*

e' M*E*R*A*V*I*G*L*I*O*S*A :o

Marco ha detto...

Bellissssime!!! (quante palline colorate!!!!!!!!!) :D :D :D :D :D

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
SkraM ha detto...

chissa che gusto c'e' a prendere per il culo da anonimi...

almeno noi utenti registrati la nostra faccia la mettiamo pubblicamente senza vergogniarci ma chi "insulta o prende per il culo" dietro l'anonimato propio non lo capisco.

un passante ha detto...

mamma mia lolò, mi associo a SkraM, quella della salsa è stupenda!!!!!!!!!!

MG ha detto...

Guardate questa invece http://www.youtube.com/watch?v=AkoA-SMumoM
sinceramente sono molto più convinto di comprare la salsa piuttosto che rimanere in Italia a fare il ricercatore.
Quando l'ho vista ho pensato: "ma vaaaaafanculo!!!" Ma ti pare che un ricercatore ben e giustamente pagato in america scelga di tornare in Italia? Come minimo devono avergli offerto un posto da mega super dirigente prima di poter anche solo pensare una cosa simile. Poi bò sarò io l'italiofobo...

Marco