lunedì 29 novembre 2010

The Big Switch ON - Dublin - 21 Nov 2010

Domenica 21 Novembre a Dublino c'è stato l'evento "The Big Switch ON!" che consiste nella cerimonia di accensione delle luci per l'inizio delle festività Natalizie!

Ho un fatto un video per voi! :)

Have fun!



Buon pre-Natale a tutti!

(ma manca meno di un mese??)

Lolò

LOL

http://www.hitparadeitalia.it/voli/images/renatozero1979.jpg

Il "Segreto amore" di Zero, come recita il suo nuovo singolo, allora chi è?
"E' una donna. Se devo pensarmi negli anni a venire, mi penso al fianco di una donna. La donna è il rifugio. Ho perso da poco mia mamma, che per me è sempre stata un modello di femminilità. C'è la femmina inebriante, ma c'è prima ancora la donna che ti sta vicino, che ti è madre, sorella, amica. La donna fa meno paura dell'uomo, è più rassicurante, si apre senza bisogno di carte di credito o passepartout. L'uomo è più ermetico, è conquista, possesso, competizione, disponibilità senza limiti. Essere uomini è un impegno massacrante. La donna è meno aggressiva, anche perché con la sua forza tranquilla ha saputo raggiungere la parità e anche ruoli di comando. Non ho mai cercato donne-tigri, ferine, ma donne serene, spiritose".


SI VABBE.

AH RENA'!!!! MA VAFFAN...

Ale!

Ciao Frank!

Ieri è morto Leslie Nielsen, che per chi non lo sapesse è un attore americano che ha fatto tanti film fra cui la serie "Una pallottola spuntata" che per chi non lo sapesse fanno tanto ridere (almeno a me).

Il 15 aprile di quest'anno, giorno in cui morì Raimondo Vianello, avevo detto una cosetta.. Hai visto Davide? Il pronostico è stato azzeccato!

Mi dispiace assai.

Vabè: 84 anni sono una veneranda età in cui poter morire, soprattutto per chi come lui ha lavorato fino alla fine della sua vita facendo ciò che ha amato! Però la sua comicità, che adesso è incisa nei suoi film e può essere rivista solo premendo RRW, non potrà più essere messa a disposizione per nuovi film, e questo un pò mi dispiace.

I suoi film mi fanno rilassare e mi fanno rivivere un po' gli anni 80, quelli che non ho neanche mai vissuto :D

La sua comicità è accordata con la mia, c'è poco da fare!

Ciao Frank!

Hai fatto tanto su questa terra! Ci hai fatto ridere, e non è poco




PS: Sentite.. Io quasi quasi ce provo:

ENTRO FINE ANNO... BERLUSCONI!


*fatality!*

Lolò

sabato 27 novembre 2010

The last days - Dispacci dall'Irlanda

Ormai siamo davvero alla fine.

Queste sono le ultime foto dalla terra dei leprecauni..

Ciao Irlanda..



Oggi torno a Roma, e porto con me un'esperienza che mi ha sicuramente arricchito.

Era un'esperienza che avrei voluto fare, e ora finalmente l'ho fatta.

Da questa immersione in un'altra cultura ho capito una cosa: sì, le culture sono diverse.. Forse sviluppandoci in quanto esseri umani in diverse zone del pianeta abbiamo avuto modo di sviluppare diverse forme di comunicazione, diverse lingue, diverse cucine, diversi vestiti, diverse usanze e diverse credenze.

Eppure, soltanto l'altroieri, nell'arco di una giornata, ho sentito l'odore familiare del mare che si infrange contro gli scogli; ho visto un bambino che mi guardava incuriosito perchè aveva capito che non ero di lì, e forse cercava di immaginare la mia vita, così come io la sua; ho visto una coppia di vecchietti che parlava e controllava felice i numeri della lotteria cui aveva giocato; ho visto 2 cagnolini che giocavano allegri su un campo verde; ho sentito la mia host-mamma (la mamma della famiglia che mi ospitava) augurare la buonanotte ai suoi figlioletti dicendogli "Goodnight chickens! Sleep tight!"; ho visto lo sguardo intelligente di una professoressa che ama il suo lavoro e fa amare lo studio ai suoi studenti; ho visto un tramonto dietro un faro acceso, e delle grandi navi luminose che scivolavano lente sul mare retrostante....

Ed allora ho capito che il mare.. è lo stesso dovunque

Lolò

giovedì 25 novembre 2010

Dublino al quadrato - Dispacci dall'Irlanda

Ciao a tutti ragazzi.

Qui tutto procede al meglio.

Il viaggio-studio volge ormai al termine: domani è l'ultimo giorno della mia bellissima scuola! :(

Saluterò il primo sole di Bray per l'ultima volta prima di tornare nella confortevole patria. Il paesaggio del mattino si fa perdonare anche il freddo per quanto è bello.

Come sapete qualche giorno fa mi sono venuti a trovare Ale con la family, e qui di seguito vi riporto qualche fotina scattata in quei giorni.

Have fun!



A presto con le ultime fotine..

Lolò

martedì 23 novembre 2010

E' gia ora di confronti.




Non ho fatto in tempo a mettere i piedi sul suolo italiano e aspettare mezz'ora il bus per arrivare al parcheggio per farne le ovvie negative comparazioni con l'Irlanda, che sua maestà Papessa sedicesima alla radio ha dovuto fare le sue NECESSARISSIME precisazioni circa la sua idea di Omosessualità.

“L’omosessualità è una grande prova di fronte alla quale una persona può trovarsi, così come una persona può dovere sopportare altre prove. Ma non per questo diviene moralmente giusta. Se qualcuno presenta delle tendenze omosessuali profondamente radicate - ed oggi ancora non si sa se sono effettivamente congenite oppure se nascano invece con la prima fanciullezza - se, in ogni caso, queste tendenze hanno un certo potere su quella data persona, allora questa è per lui una grande prova, così come una persona può dovere sopportare altre prove”

Non voglio arrabbiarmi, non voglio sparare a zero sul mentecatto vaticanense, semplicemente rispondo cosi:

Il primo giorno che ho incontrato Lolò a Dublino ero con un piatto di starbucks in mano in fila per ritirare la tazza; nonostante una sola settimana di lontananza mi sono sentito come un bambino piccolo che vedeva babbo natale.
La mia luce, il mio compagno di vita, la persona che stimo, il mio protetto, il mio protettore, la metà del mio essere, il mio modo di essere, la persona per cui ogni sacrificio è giustificato e ben accetto.
Quando ci siamo salutati ieri sera e l'ho visto andar via dal mio hotel consapevole del fatto che lo avrei rivisto solo a Roma a fine settimana mi sono sentito come se mi avessero detto di restare in apnea per una settimana.

Si lo so che è una lontananza minima, che avremo tanto tempo per stare insieme e di certo non sono una persona possessiva od ossessiva, ma per vivere ho bisogno di lui.
Con lui accanto posso affrontare qualunque sfida, perchè è la sua presenza che mi da gioia, forza, felicità, orgoglio.

Tutto ciò lo riassumerei personalmente con la parola: AMORE.

Tenendo conto di quanto ho detto cercate di figurarvi quanto valore e credibilità attribuisco alla valutazione del presidente CHIESA SPA.

A tal proposito ci tenevo a spiegare la foto ad inizio post:
Passeggiando per la splendida Dublino siamo incappati in questo luogo di culto, in cui non venivano raffigurate croci, in cui la funzione non veniva presieduta da gente che vive di chiacchiere e teorie.
:
UNITARIAN CHURCH: This church welcomes all who whish to worship in a spirit of freedom reason and tollerance.

CHIESA UNITARIA: Questa chiesa accoglie tutti quelli che vogliono pregare in uno spirito di libertà RAGIONE E TOLLERANZA.



... la mia Chiesa?


Ale :)

lunedì 22 novembre 2010

I Leprecauni - Dispacci dall'Irlanda

Sabato è stata una giornata pregna!

La mattina siamo andati a visitare il Castello di Malahide, vicino Dublino.. Mh.. mi aspettavo qualcosa di più. Inoltre non era possibile fare foto o video all'interno quindi ve lo vedrete solo dall'esterno.

La cosa più bella della mattinata è stata quella di aver fatto conoscenza con un giapponese al quale ho sfoggiato le 2 frasi di giapponese che ho imparato a fine agosto. Che soffisfazione: comunicare con un VERO giapponese e farsi capire.. IT MADE MY DAY

Nel pomeriggio sono riuscito a convincere il gruppetto ad andare ad un museo tanto bello quanto scemo: il museo dei Leprecauni, i folletti della mitologia Irlandese. La sala più bella era quella in cui tutto era a misura tale da farti sentire un Leprecauno... Le foto parleranno da sole :)

Eccole allora!



PS: Oggi è arrivato l'altro folletto.. :)

Lolò

domenica 21 novembre 2010

ritrovandoci a Dublino!


il mio amore... quanto lo amo. quanto mi mancava.

ero emozionato come un pupo!!!!


ero sconsoLolato ora sono rincosoLolato!

Ale!

sabato 20 novembre 2010

Guinness as usual - Dispacci dall'Irlanda

Oggi ultima lezione d'inglese della settimana!

Il pomeriggio siamo tornati a Dublino per una gita alla famosissima fabbrica della Guinness!

Avendovi già detto che la Guinness non mi fa impazzire, va da sè che neanche la fabbrica mi abbia allettato troppissimo.. però è stato comunque interessante vedere il processo di fabbricazione di una birra in generale.

E poi c'era una bella vista da lassù :)

Vi lascio come sempre alle fotine, che parlano meglio di me:



'night folks

PS: Domani notte arriva un folletto

Lolò

venerdì 19 novembre 2010

Language and seascape - Dispacci dall'Irlanda

Vi aggiorno con le foto del 17 e del 18 novembre, giorni passati fra lezioni di inglese (lezioni ordinarie, seminari e appuntamenti organizzati in pub per parlare con persone locali) e paesaggi marini.

Il 17 siamo andati a Killiney, una località vicina a Dublino, dove sono presenti le ville di importanti star internazionali (come ad es quella di Bono, e di Enya) e dov'è presente un'adorabile vista sul mare e sulle città vicine, tant'è che il punto principale è chiamato "Sorrento Point". Noi ci siamo andati di sera, e quindi si vedeva poco, ma devo dire che l'oscurità ci ha regalato un'atmosfera unica.

Il giorno 18, dopo aver perso tempo girovagando su metro e autobus in cerca di scogliere vicine alla nostra scuola, siamo stati riportati al punto di partenza, e così ci siamo "accontentati" della collinetta vicina alla scuola.

I paesaggi sono belli, ma non mi strapperei troppo i capelli per queste scogliere. So che quelle della parte ovest dell'Irlanda sono delle VERE scogliere. Ma non so se avrò modo di andarci.

Intanto beccateve ste foto!



Lolò

La lettera di Daniel.




Ciao ragazzi, mi chiamo Daniel ho 23 anni e vivo a Pescara.(Abruzzo)

Per prima cosa vorrei farvi i complimenti per i vostro blog, al quale sono affezionato da circa una settimana.. Da quando per pure caso mi sono imbattuto e nn faccio altro che spulciarlo e leggere tutti i post passati :D
Vi scrivo per raccontarvi la mia storia.. pensando che magari vi andrà di pubblicare e cosi facendo raccogliere qualche consiglio tramite i commenti..
Dunque...
Il 19.05.05 dopo circa 1 mese di conoscenza sono stato baciato dal mio attuale fidanzato E.(non scrivo il nome perchè non ho chiesto il suo consenso :D), sono stati 5 anni e mezzo di pure amore misto a sofferenza... sofferenza non per mancanza di amore reciproco ma per una situazione familiare straziante da parte del mio fidanzato.(lui ha un anno + di me) Dovrei pubblicare un libro per tutte le volte che i suoi hanno cercato di allontanarmi da lui.. La prima volta la ricordo come se fosse ieri.. Il mio compleanno di 18 anni decisi di festeggiare in un luogo simpatico e senza fare una super festa come si usa qui, solo ed esclusivamente per poter stare cn pochi intimi e soprattutto il mio fidanzato.. ma un ora prima di uscire (ovviamente dopo che sono stato il pomeriggio a decidere tutto) mi arrivò un sms: I miei MI hanno scoperto, hanno letto la lattera che ti ho scritto per il compleanno, scusami ti ho rovinato il compleanno, non posso scriverti mi farò vivo io, non rispondere a questo sms. A questo sms la mia vita si interruppe per circa 10 minuti.. rimasi immobile..
Il problema principale è che avrei voluto non fare più la festa ma ormai era troppo tardi cosi mettendomi una maschera da ragazzo felice per i suoi 18anni andai al ristorante..
Ora starete pensando che sia finita qui per quella sera.. ma purtroppo no!!

(Da premettere che alla festa feci venire mio fratello maggiore il quale non sapeva che fossi gay.. come la maggior parte degli invitati) Durante la cena vidi un uomo dall'aria familiare.. ma nn ricordai dove l avessi visto in precedenza..ma lì x lì non ci feci molto caso finchè non si avvicinò al tavolo e disse: Chi è Daniel?(ero a capotavola e lasciai il posto sulla destra libero sperando in una sorpresa) la mia vicina di posto rispose: lui, indicandomi.. così quell uomo dall aspetto famigliare mi chiese di seguirlo.. Andammo dietro al ristorante e mi disse: Per prima cosa auguri, 18anni sono una tappa importante nella vita; sono venuto qui per dirti di lasciare stare E. lui non è gay, ha avuto solo un momento di confusione ma verrà curato.
Tu piuttosto se sei gay devi farti curare, i tuoi sanno di te? io: si certo (all'epoca non era vero). E dopo avermi rinnovato gli auguri e di passare un buon compleanno se ne andò... Vi lascio immaginare il continuo della serata. Questo è stato il primo ricordo brutto e di tristezza cn il mio ragazzo..
Dopo circa un mese le cose si rimisero normalmente, lui fingeva a casa di non vedermi più e di essere etero.. ed io per vederlo mi facevo trovare nascosto dietro vie,case e quant altro..( Mi vergogno solo a raccontarlo..)

Gli anni passarono e ci furono altri eventi , essendo purtroppo due genitori molto furbi..(controllavano sms, cronologia internet x email, seguivano ect.).

Insomma il succo del discorso è che siamo arrivati dopo 5 anni ad avere gli stessi problemi se non peggio.. all inzio del 2010 siamo stati beccati da alcune foto rimaste nella cronologia, forse x colpa di fb o nn so.. ma il problema fu che videro noi due insieme a barcellona.. (inventò d esserci andato con amici) e da lì scoppio un disastro.. non lo fecero uscire per un mese, senza telefono e modo di contattarmi.. Ma grazie ad una sua amica che gli telefonava a casa riuscii a sapere come stava. Lo scopo dei suoi genitori fu quello di portarlo dallo psicologo e farlo curare..(si so cosa state pensando.. ma ormai non mi stupisco + d nulla).

Cercò di lottare dentro casa, spiegando ai suoi quanto importante fossi per lui, del nostro amore.. ma non bastò. Così gli fecero promettere di non vedermi/sentirmi più.. lui accettò ma solo per il quieto vivere e potermi rivedere, in quanto appena riusci ad uscire venne a casa mia ad abbracciarmi.. Il problema si ripropose durante l'estate, per qualche strana combinazione ci ribeccarono insieme.. ovviamente immaginate che settimana era? quella del mio compleanno dei 23anni.. Che tristezza..

Ovviamente compleanno orribile per la sua mancanza anche se devo ringraziare i miei amici che mi fecero la festa a sorpresa.. quello fu anche il giorno del coming out con mio padre.. il quale la prese così bene che cercò da subito di aiutarmi in questa situazione.. che soluzione non c'è o per lo meno non abbiamo ancora trovato.
Cmq dopo un mese circa la situazione si tranquillizzò perchè i furbi pensarono che levandogli telefonino e buttando la scheda , (cn anche la FEDINA d'oro bianco :( !! ) lui nn mi avrebbe più chiamato.. bè non è stato così, perchè oggi 15 novembre 2010 stiamo ancora insieme(o quasi) anche se in questo 2010 non ci siamo regalati neanche un giorno di vacanza ma solo uscite serali nel week end.. e qualche salutino fra il mio tirocinio e lezioni(faccio il terzo anno di infermieristica).
Cmq vi ho scritto per raccontarvi la nostra storia e per dirvi che leggendo il vostro blog ho trovato molta forza.. mi ricordate in molte cose me e il mio amore.. e sono contento che esistino persone come voi.

Ma principalmente vorrei chiedervi.. cosa posso fare? ho detto al mio ragazzo che deve lottare una volta per tutte senza arrendersi dentro casa, rimanere della sua idea ed imporsi.. lui mi ha risposto che è un suicidio..e peggiorerebbe solo le cose..
Così per la prima volta nella mia vita gli ho detto basta xchè non resisto più.. ovviamente un basta dovuto alla situazione e non al mio sentimento.. perchè ogni giorno che passa aumenta sempre più. Ma ho bisogno di vivere il nostro amore come tutte le persone di questo mondo, nascondendomi mi sembro un ladro un assassino.. un berlusconi ;P!


Prima di lasciarvi vi devo spiegare delle cose: io come ho gia detto sono universitario e faccio l'ultimo anno e spero di trovare lavoro subito che nella mia città non c'è e andare fuori a lavorare verso il nord. Lui invece è un'artista in corso di specializzazione.

Non può andare via di casa xchè in fondo sono i suoi genitori e non ha possibilità di pagarsi gli studi, anche perchè sennò gia viveva nella mia cameretta visto e considerando che è gia di famiglia a casa mia.
Detto questo vi ringrazio e chiedo scusa per questo orrido italiano che ho usato.. sono stanco morto, è dalle 6:30 che sono fuori casa e sono tornato giusto ora(oltre ad essere molto molto triste)!!!

Grazie di cuore Daniel!




Sono tanti i consigli che si possono dare a persone che si trovano nella vostra situazione; più difficile capire quale sarebbe quello giusto.
Dalla lunga lettera si capisce che vi amate e che volete stare insieme, ma non ci sono proposte su come questo desiderio possa realizzarsi. Sono chiarissimi gli impedimenti che si presentano sul vostro cammino ma non il vostro pensiero su come superarli. Immagino che come coppia avrete parlato tante volte di questo, senza mai, tuttavia, decidere definitivamente quale strada intraprendere.
Ma è della vostra vita che state parlando e soprattutto del vostro amore. Se dopo tanti anni siete ancora insieme , nonostante gli ostacoli che si sono presentati sul vostro cammino, vuol dire che vale la pena continuare così, finchè, una volta raggiunta l'indipendenza economica, potrete decidere di vivere la vostra vita come volete.
Molto più difficile sarà allentare quel legame affettivo con i genitori, che in questo momento stanno sfruttando il loro potere, per " ricattare" il figlio e plasmarlo a loro piacimento. Questo sarà sicuramente la parte più difficile d affrontare. Decidere di "dissociarsi" dalla propria famiglia e continuare il proprio cammino senza più la certezza, di questo scudo dietro le spalle.
Ma é a questo punto che si decide il vostro futuro. Non esistono modi indolore per prendere decisioni così importanti. Si tratta di capire a quale dolore potreste sopravvivere meglio.
Se è meglio vivere una vita finta di compromessi e bugie, limitando la stima che avete per voi stessi ma mantenendo quel rapporto affettivo con la famiglia, che vi da alcune certezze o decidere di allontanarvi fisicamente da essa , per esprimere ciò che realmente siete e desiderate.
La vita è la vostra e solo voi potete sapere cosa c'è nel vostro cuore; se il vostro amore è così forte come sembra, sarà il collante che vi terrà uniti nell' affrontare questa dura prova, che vi darà la forza per raggiungere lo scopo, che darà un senso alla vostra esistenza; perchè l'amore è e può tutto.
Quei genitori che oggi non capiscono e contrastano avranno il modo col tempo di capire, accettare e condividere la vita del figlio. In caso contrario, saranno loro ad avere perso .
La vità è una, vivetela pienamente! Le difficoltà di oggi vi renderanno più forti domani! Siate delle persone vere e non ciò che vogliono gli altri!

Susanna.

mercoledì 17 novembre 2010

Una Mamma al Quadrato



Dal lontano 2008, questo blog si è plasmato e cambiato.
Nasceva con nessun obiettivo preciso, se non quello di accorpare due blog in uno per mettere in atto (sebbene virtualmente) i primi tentativi di convivenza.
I tentantivi andarono bene e col tempo il blog acquisì una sua forma; per molti divenne un sito dove perdere qualche minuto in allegria e per altri una testimonianza che anche l'omosessualità può essere sdolcinatamente e noiosamente normale.
Noi non ci siamo mai sentiti dei modelli da imitare ne delle star, semplicemente siamo stati sempre noi stessi, una coppia con un vissuto, delle esperienze, delle famiglie ed una vita in condivisione.
Se questo per qualcuno può essere motivo di sorpresa o d'interesse per poterne trarre dei suggerimenti da applicare nella propria vita, perchè no? noi ne siamo fieri e felici senza presunzione.
Poichè in questi anni ci sono arrivate decine di lettere/email, a cui abbiamo sempre risposto con estrema partecipazione, un'ultima lettera mi ha ispirato a mettere in atto un progetto che avevo in mente da tanto.

Spesso ci ritroviamo qui a discutere di coming out, rapporti familiari o semplicemente della nostra idea d'amore; in tutte queste occasioni abbiamo dato sfogo alle nostre opinioni di ragazzi/e diretti interessati, ma mai abbiamo interpellato un "adulto" un genitore.
Volendo dare sfogo anche all'attivista gay friendly che c'è in mia madre Susanna ho pensato di dedicarle un piccolo spazio in questo blog, in cui risponderà a vostri quesiti, sfoghi o ad ogni vostra perplessità necessitante dell'opinione di un genitore, o in cui lei stessa talvolta scriverà quello che le balenerà per la testa.


Domani pubblicherò la lettera che mi ha stimolato a ricorrere anche al consulto materno e che mi ha stimolato a mettere in piedi tutto questo.


Per ora sappiate che chiunque volesse scriverle per un qualsiasi tipo di consulto è liberissimo di farlo all'indirizzo di posta elettronica: unamammaAlquadrato@gmail.com

In fondo il supporto e l'affetto incondizionato di mia madre mi hanno talmente aiutato quando ne avevo bisogno, facendomi crescere maturare ed essere la persona quale sono, che se ora ci fosse qualcun'altro che potrebbe beneficiarne PERCHE' NON METTERLO IN CONTATTO?


Ale!

martedì 16 novembre 2010

Churches of Dublin - Dispacci dall'Irlanda

Secondo giorno di scuola.

Per la seconda volta sono arrivato sul lungomare, davanti a quella che ricorderò a lungo come la mia scuola più bella.. La seconda lezione è andata bene. Ho conosciuto il nuovo professore: meno divertente forse, ma sempre simpatico.

Il pomeriggio siamo andati in giro per Dublino, e abbiamo visto 2 chiese.

Il tutto è meglio espresso qui:



Domani forse proverò la prima pioggia irlandese.

Pensate che meraviglia.

PS: uno dei prossimi giorni vi sottoporrò un avvincente e difficilissimo test.

Lolò

The sea at the School - Dispacci dall'Irlanda

Lunedì è il primo vero giorno per me qui in terra Irlandese, perchè è il primo giorno di scuola.

La mattina ci siamo recati a Bray, in quella località di cui vi ho mostrato la foto dall'alto, e di cui vi mostro le foto "dal vivo" nella seguente slideshow (nonchè il videino che ho fatto stamattina, proprio lì).

Dopo un test a crocette e un piccolo colloquio mi hanno assegnato la classe più adatta a me, e ho fatto una lezione molto carina e interattiva :)

Sono in classe con 4 persone: una ragazza ungherese, un francese, un polacco e un'italiana!

La prof è british, dai lunghi capelli grigi, e mi sembra molto simpatica. Domani forse conoscerò l'altro insegnante.

Dopo la mattinata a Bray siamo andati a Dublino, dove una guida della scuola ci ha fatto vedere (un po' di corsa) tutte le cose più importanti.. Ma io lascerei parlare le foto che parleranno sicuramente meglio di me.

La serata l'ho passata in un pub molto carino di Temple Bar, il centro dove sono presenti numerosi pub e locali!

Ho anche assaggiato sta famosa Guinness.. che schifo.. è un po' amarognola e a me le cose amare proprio non piacciono.. Vabbè!

Vi lascio alle foto!



Buona notte a chi va a dormire, e buon giorno a chi si è alzato

Lolò

lunedì 15 novembre 2010

Se VOI oggi doveste:

http://beyondbounds.org/wp-content/uploads/2010/09/crazy-multitasking.jpg

- Lavorare 8 ore
- Lavorare in palestra un'altra ora
- Studiare almeno un'ora "mobilizzazione del sistema nervoso"
- Leggere per almeno un'ora il tuo libro in inglese
- Mettere a posto il caos della camera
- Preparare le coreografie per tutta la settimana.
- Intrattenere vita sociale serale.
- Chiamare il medico per farti fare la ricetta.
- Stampare i biglietti per andare a trovare Lolò
- Comprare un trolley
- Andare a Porta di Roma a ritirare gli occhiali da vista nuovi.
- Comprare un giacchetto per il freddo polare.
- Installare il mondo sul tuo N900.

E nel mentre vorresti inziare a frequentare un corso d'Inglese on line che rimandi da mesi e riinziare a fare HipHop....

VOI, Non vi sentireste frustrati??

Quanto odio fare mille cose contemporaneamente e non avere la possibilità di poterne terminare una veramente.

Invidio quelli che hanno un solo unico grande obiettivo tipo "voglio essere un ottimo dottore a tutti i costi" oppure "voglio riuscire a comprarmi quell'auto e faro tutto per arrivarci", io invece sono il tipo che ha MILLE progetti e non vuole rinunciarne nemmeno ad uno.
Odio sistematizzare le cose perchè mi comporterebbe tagli che non voglio affrontare.

Io voglio essere un ottimo fisioterapista e continuare a studiare ma nel mentre voglio essere un grande trainer, ma nel mentre voglio migliorare le mie abilità artistiche e linguistiche (di certo non quelli italiane, caso disperato).
Solo una cosa è sempre sopra a tutto e mette tutto in secondo piano: il mio dolce Lolò.

Frustrazione d'affaticamento, oppure sono solo sconsoLOlato, facile :)

Ale!

domenica 14 novembre 2010

Il faro - Dispacci dall'Irlanda

Ed eccomi qui! :)

Vi scrivo dalla mia cameretta, piccola ma pulita e curata, grazie alla connessione wifi offerta dai gentili padroni di casa.

La serata di ieri, e la giornata di oggi, sono iniziate già cariche di emozione

Siamo arrivati in un aeroporto che sembrava disegnato da Apple: tutto bianco, essenziale, funzionale:


Prendiamo il pullman che ci porterà ad un Hotel vicino Dublino, dove incontreremo le nostre Host Families. Sul pullman c'è la rete wifi (sul pullman? sì)

Arriviamo all'hotel, conosciamo i signori dell'Agenzia, e dopo un po' arriva un grossissimo omone che si chiama Paul.. E' LUI!! Il gigante buonoo!

Mi prende, insieme ad un mio collega che abita vicino a noi, e ci carica sulla macchina.
Il mio collega cerca di entrare sul lato destro e lui fa "A meno che tu non voglia guidare, devi salire dall'altra parte" :P

Eggià: la viabilità è tutta al contrario. Mi devo ancora abituare: oggi guardavo le macchine in strada e vedevo bambini al posto del "conducente" (a sinistra) e mi spaventavo non poco..

La notte di sabato ho dormito nella stanzezza mansardata di Dylan, il bambino:


Oggi sono nella mia nuova stanzetta, come vi dicevo.

Oggi era anche il compleanno di Dylan, che faceva 7 anni, festeggiati in stile più Americano che Irlandese..


Oggi siamo andati ad Howth, un paesino vicino Dublino, dove dopo una lunga camminata abbiamo abbiamo raggiunto un bel faretto, la cui foto dedico all'amico Matt =)


Dopo sta bella camminata siamo tornati verso casa, dove la mia famiglia adottiva mi aveva lasciato, come d'accorod, la cena nel microonde :)

Ho conosciuto anche l'altro ospite della casa, un tale Sam, spagnolo di Valencia.

Dopo la cena sono andato ad un Pub qui vicino casa.

Rientrando mi ha accolto il nostro amico gigante a camicia rigorosamente aperta.
Non ho mai visto così tanta pelle in vita mia.

E ho finalmente ho fatto anche conoscienza col più simpatico membro della famiglia: Princess, un cagnolino piccolo e festoso, che voleva tante tante carezze!

Al più presto le farò una foto.

Insomma: qui tutto ok, e per ora.. mi sto adattando perfettamente!



Buonanotte!

Lolò

sabato 13 novembre 2010

Stasera vorrei fare qualcosa di diverso... Quasi quasi me ne vado in Irlanda

http://www.irlandando.it/wp-content/uploads/classic_Irlanda11.jpg

Salute gente!

Qui il vostro Lolò che vi parla!

Stasera, che è sabato sera, avevo intenzione di fare qualcosa di diverso dal solito, e così ho deciso di andare in Irlanda.

L'aereo è già prenotato per le 20:30. Starò a Dublino per le 22:45 (ora locale, ovvero un'ora indietro rispetto a qui).

Ovviamente non è una decisione dell'ultima ora, ma si tratta del viaggio-studio compreso nell'offerta formativa del mio stage [che si legge STAGH.. No, non con la "G" dura, ma con la "G" moscia.. Staghh.. stasch.. stasgh... insomma alla francese.. perchè all'inglese vuol dire PALCO.. Mh.. vabbè.. sta storia non mi ha ancora convinto del tutto].

Sono piuttosto emozionato, ma non in senso negativo, anzi.. So che mi aspettano dei giorni belli e zuppi di emozione, gente cordiale, e paesaggi stupendi, che credo siano perfettamente accordati con i miei gusti, e col mio spirito.

Alloggerò presso una famiglia, che conoscerò questa sera stessa (stanotte praticamente), e di cui già conosco la composizione, che mi hanno "spoilerato" e che adesso spoilererò anche a voi [alla faccia di chi odia le parole inglesi italianizzate]:

Carol, la mamma: magrissima, brava e gentile

Paul, il marito: gigante buono

Dylan e Shoana, i figli di 7 e 8 anni: simpatici e giocherelloni

Princess: il CANE! Adorabile

Non potrei chiedere di meglio!! =)


La mattina, dal Lunedì al Venerdì frequento una scuola di Inglese, che si trova a Bray, poco distante da Dublino.

La scuola è quella indicata dalla freccia rossa:

http://farm5.static.flickr.com/4149/5171422749_b371899ce6_z.jpg

..e quello che vedete lì sotto, con la schiuma bianca, sì, è il MARE :)

Che potevo chiedere di più?

Come direbbe Mara Maionchi: FANTASTIC!

Spero di avere copertura della rete 3 Irlandese, perchè in questo caso vorrebbe dire che potrei fare foto e video e caricarli in diretta!

E comunque potete stare tranquilli che vi farò dei reportage periodici in cui vi descriverò quel che mi capita!


Io mi finisco di preparare e vo!

Ci sentiamo presto boys&girls!

Byeee!

Lolò

It's Fini SHOW

2


In seguito ad una lettera pubblicata dal direttore dell'Avvenire, in cui lo stesso criticava aspramente le aperture di Gianfranco Fini ai diritti civili per gli omosessuali, quest'ultimo invece di far glissare la cosa come fa COMUNEMENTE la Sinistra, della serie "di tanto in tanto tiriamo fuori sta storiella dei Pacs tanto per raccimolare qualche voto dai soliti poveri coglioni", ha preso carta e penna e ha RISPOSTO IN MANIERA COERENTE E CONVINTA.

"Da uomo politico e delle istituzioni -aggiunge Fini- ho sempre riconosciuto il valore fondante della famiglia, cosi' come garantita dall'articolo 29 della Costituzione, e mi sono sempre opposto a ogni ipotesi di parificazione di trattamento tra matrimonio e unioni di fatto, specie di quelle omosessuali. Ma non per questo ritengo giusto,

di fronte all'insufficienza di forme ed istituti giuridici, ignorare alcune legittime esigenze che meritano di essere prese in considerazione dal nostro ordinamento in virtù di quella idea di 'laicità positiva' intesa come punto di incontro tra diverse
concezioni etiche presenti nella societa'".

"Del resto -prosegue il presidente della Camera- compito dello Stato di diritto è quello di favorire approdi normativi lungimiranti basati sull'unico criterio possibile da adottare, vale a dire quello della 'ragionevolezza' delle leggi e della tutela dei
diritti dei cittadini". "Questo, a mio avviso, è l'unico antidoto per debellare ogni
pericolosa e strisciante forma di indifferenza umana e sociale che tende -secondo il presidente della Camera- a minare la convivenza civile. Da questo punto di vista, sono profondamente convinto che il nostro Paese sia molto piu' avanti, in termini di scelte e di orientamenti culturali, di quanto, talvolta, non lo sia la classe
politica italiana troppo spesso dilaniata da odiose ed improduttive
contrapposizioni di 'schmittiana' memoria".

"Non credo, quindi, che un invito alla riflessione sulla necessita' di impedire l'emarginazione delle differenze possa essere liquidato come un qualcosa di strutturalmente e ideologicamente vecchio. Al contrario, ritengo che l'idea di giungere ad una nuova 'dimensione etica e morale' della societa' possa essere perseguita con il contributo fattivo e intelligente di tutti i grandi 'attori' che
operano nel nostro territorio, a cominciare dalla Chiesa cattolica che, per ragioni storiche e per la sua forte e radicata presenza, rappresenta un autentico caposaldo nella cultura della solidarietà e della giustizia sociale".


Ebbene per quanto incredibile abbiamo un politico di Destra che finalmente si schiera a nostro favore senza se e senza ma, per quanto mi riguarda con molta piu credibilità dei soliti rincoglioniti di sinistra.

Se un uomo di destra vuole UN RICONOSCIMENTO PUBBLICO , ripeto PUBBLICO, delle unioni civili, e il massimo che è riusita a fare la sinistra è stato parlare di riconoscimenti INDIVIDUALI, per me si è già quasi conquistato il mio consenso.

A meno che la sinistra sia capace di sorprendermi, ma sto perdendo veramente la fiducia, non mi farò problemi a votare un rinnovato, (pur sempre con passato torbido) FINI.

PS Capite che con questa mossa Fini su certi tempi è MOLTO piu liberale dell'attuale sinistra? che questo serva a dargli uno scossone?? Bah..

Bersani e la sua chiacchiera sterile... mh...non credo.


Ale!


mercoledì 10 novembre 2010

questione di X-factor...



No ora a parte l'autocelebrazione (che modestamente ce stà tutta :P), vogliamo parlare della serata di ieri di Xfactor?
Si lo so rischiamo di fare una discussione troppo impegnata in un momento in cui la politica rasenta l'apice della comicità, però c'è da dire anche che Stefano è finalmente GIUSTAMENTE uscito.

Capiamoci della sua balbuzia, fragilità ed emotività mi frega poco o nulla, non lo giudico inadatto a quel palco (ora in questa fase intendo) per via dei suoi difetti ma solo per il suo livello professionale in questo momento palesemente inferiore a quello di tutti gli altri partecipanti.
A voler essere sincero sarebbe dovuto uscire anche prima ma è innegabile che abbia positivamente contribuito nello sdoganare la non necessità dell'assoluta perfezione scenica di coloro che si danno allo show business; insomma pure se si ha un nasone, la balbuzia o se ci si sente Madonna o Geisha inside (leggasi Kimera) comunque si può salire su quel palco fare il proprio spettacolo e prendersi i propri applausi, niente di piu bello e giusto.
Certo però alla fine il premio deve andare al più talentuoso e per questo dico che a questo punto della gara l'uscita di Stefano ci stava tutta!

ad ogni modo applausone al suo modo di fare l'ultimo appello! bravo e dolce Stè!



Ale!

martedì 9 novembre 2010

Vieni via con me

Ieri sera, dopo tanto tempo, ho visto un po' di bella tv.

Parlo del programma di Fazio e Saviano "Vieni via con me".

Se ve lo siete perso, vi consiglio di vederlo quando avete un po' di tempo libero.

Qui trovate tutta la puntata.

Da Nichi Vendola, a Benigni, ma soprattutto attraverso quell'Uomo che è Roberto Saviano.

Omosessualità, mafia, politica, corruzione: si è parlato tanto e bene di quei temi "scottanti" che in tv vengono solitamente affrontanti poco e male.

E non è stato così mirabile perchè si è parlato più o meno indirettamente male di Berlusconi.

E' stato il modo, è stato il cosa, e sono state le persone.

Ripeto: guardatevelo! A cena, a pranzo.. al lavoro :P

Un pezzo di buona tv (secondo me)

«Vieni via con me», con il 25,48% di share è il programma più visto di Rai3 degli ultimi 10 anni




E alla fine la domanda: restare o andare via?

Dicevo prima "le persone".. Ecco, queste sono alcune delle persone che mi fanno pensare "resto"

Lolò

lunedì 8 novembre 2010

Sit in? No.. KISS IN!

http://www.latimes.com/media/photo/2010-11/57427283.jpg

Ieri, domenica 7 Novembre, 200 coppie gay e lesbiche hanno protestato contro la visita del Papa a Barcellona e hanno organizzato una particolare forma di sit-in.

E' sato infatti realizzato quello che potremmo definire un KISS-IN, intendendo con questo un sit-in di protesta nel quale tutte le coppie si sono baciate all'unisono davanti al papa proprio mentre lui passava con la sua Papamobile per raggiungere la Sagrada Familia.

La scena è bellissima

Caro Ratzi, cerca di adeguarti, perchè noi continueremo a baciarci

Lolò

domenica 7 novembre 2010

Una buona domenica...




Belle parole, coraggiose, ottime idee, splendido adeguamento ad una destra Europea ma...

... qualcosa ancora mi turba.

Sarà che queste parole giungono dopo vent'anni di inciuci berlusconiani, ma mi viene istintivo pensare che questa mossa sia giunta nel momento più conveniente, ovvero nel momento in cui dal berlusconismo avviato al tramonto non si poteva più trarre alcun beneficio.

La vedo come un "reinventiamoci" tanto per tirare a campare in questo parlamento, e non come una mossa sentita, anche perchè belle le parole sull'adeguamento europeo per quanto riguarda tutela di FAMIGLIE di fatto e omofobia, ma DOVE CAZZO STAVA STA GENTE quando si parlava di PACS, legge sull'omofobia, o semplicemente si facevano leggi PORCHE E ZOZZE solo per Silviuccio?!

Mio caro Fini BEN VENGA LA TUA POLITICA, che per quanto "comoda e paracula"è pur sempre aria fresca in un contesto dove la puzza di stantio è divenuta la norma, ma DI CERTO non mi scorderò mai chi sei e quanto sei stato furbo.

Ancora confido in Vendola (se non combina inciuci) ma nell'eventualità ammetto di essere pronto anche a votare Fini... PUR DI NON VEDERE BERSANI O BERLU-BOSSI.

Ale!

venerdì 5 novembre 2010

REMEMBER, REMEMBER...

E come ogni anno anche quest'anno mi ritrovo a dire:

http://29.media.tumblr.com/tumblr_lb719d5U7C1qckln5o1_500.png

REMEEEMBER REEMEMBER

THE 5th OF NOVEMBER

The gunpowder treason and plot.
I know of no reason
Why the gunpowder treason
Should ever be forgot.


Per chi pensasse che sono impazzito, e non fosse ancora avezzo a sentirmi pronunciare queste parole ogni 5 novembre, consiglio caldamente di vedere quel bel film che si intitola V per Vendetta.



Lolò

giovedì 4 novembre 2010

Basta con le solite ipocrisie: tutti preferiamo figli etero

Giusto per non lasciarla passare così, volevo far presente a quanti non lo avessero ancora visto, questo articolo, il cui punto chiave è il seguente:

"Chi di noi genitori non sarebbe d’accordo nell’augurarsi di avere un figlio maschio appassionato di belle ragazze invece che di gay? Chi di voi madri in gravidanza si augura di partorire un figlio omosessuale o chi di voi ha mai sentito una donna in attesa dire «speriamo che sia gay»? E quale figlio o figlia gay non ha prima pro­vato con dolore, con disagio e con vergogna ad essere eterosessuale come tutti gli altri? E quan­ti dei suic­idi tra gli adolescenti sono da imputa­re alla scoperta traumatica e spesso non accet­tata o rifiutata della propria omosessualità? "

La cosa bella ovviamente risiede nel fatto che a rendere la vita complicata ai giovani gay è
esattamente il genere di stronzi di cui la signora che firma questo articolo è un degno rappresentante.

Essenzialmente la signora sta dicendo che siccome c'è troppa omofobia in giro, sarebbe una disgrazia essere gay.

Un po’ come dire che siccome la Germania era nazista, sarebbe stata una disgrazia essere ebreo.



Ma cosa succede in questo paese?



Io l'unica cosa che le direi sarebbe quella di augurarle di avere un figlio gay.

Non per ripicca, ma perchè sarebbe l'unico modo per farle capire davvero.

E sarebbe una grande crescita, per lei, e per tutti


Lolò

mercoledì 3 novembre 2010

E dopo SKINS: Chimica o Fisica?

Fisica o chimica

Dopo i cugini britannici, anche quelli spagnoli hanno dato vita al loro TEEN TELEFILM palesemente open minded: Chimica o Fisica?



Sostanzialmente si parla dei soliti studentelli adolescenziali che tra una vicenda scolastica e un'altra scoprono e sperimentano la propria sessualità.
Il tutto viene raccontato in maniera leggermente e OVVIAMENTE più fictionata, ma nulla di quello che succede in "Chimica o Fisica" è distante dalla nostra realtà.
Ci sarà chi griderà allo scandalo, non a caso è stato relegato su RAI4 e non ad uno dei sei canali più seguiti dell'etere, però è pur sempre un bel passo in avanti.
A proposito è iniziato questo sabato alle 19.50 per chi volesse recuperare.

A mio avviso questo genere di telefilm non sono lesivi se visti nel giusto modo; sono piu o meno quello che avrei voluto vedere io nella mia adolescenza.
Se solo avessi avuto Skins e programmi simili forse non mi sarei fatto le mille pippe mentali sul mostro sbagliato che ero. Certo non si può dire che siano propriamente telefilm educativi, ma visti con una certa educazione genitoriale addosso certo male non fanno, anzi.

A chi grida allo scandalo ricordo i 20 anni di varietà e non solo by mediaset con ballerine che mostrano tette e culi al vento; QUANDO VA BENE.

Per me tutto ciò che abitua la persona in crescita all'accettazione e alla normalizzazione delle NATURALI diversità umane è BENE.


PS Ripeto tutto è bene quando educa alla diversità, ma se lo si può fare con personaggi che parlano inglese e con la pelle chiara, è ancora meglio!

Cioè:

Fisica o chimica


PPS Grazie al lettore che ci ha segnalato il telefilm!

Ale!

martedì 2 novembre 2010

Meglio GAY che Berlusconi 2



E' inutile ad accostare le parole Nichi è sempre il migliore.
Quanto vorrei che le parole diventassero realtà.
Speriamo ancora che la sua apertura all'UDC sia ancora una tattica di piacioneria nei cospetti della dirigenza Piddiana?

Ale!

Meglio gay che Berlusconi



''Meglio appassionati delle belle ragazze che gay''?

Ma come cazzo ti permetti

Lascio parlare Miriam Mafai, editorialista de La Repubblica, perchè altrimenti mi tocca diventare volgare, e perseguibile per legge



[Solo una noticina a margine, in quello che è un'impeccabile pensiero: non è una scelta]

Continuate a votarlo

Lolò

La miglior scena d'azione. Di sempre



Lolò

lunedì 1 novembre 2010

Siamo tutti dei "firework"



Katy Perry con il suo ultimo singolo " Firework" ha voluto supportare la causa "it gets better" di cui abbiamo parlato qualche giorno fa. Per supportare la politica di prevenzione anti suicidi adolescenziale a sfondo razziale-sessuale la brava Katy ha tirato fuori un lavoretto veramente ben fatto.
Musica travolgente, melodia maledettamente accattivante del genere "te entro in testa e nun te do piu' pace", e video mooolto friendly.
Diciamo pure che ci prende veramente tanto con la Beautiful della Xstina, rivisitato in una chiave molto piu' dancereccia e 2010.

Quanto mi piacciono i video in cui i protagonisti ottengono la loro rinvicita/vendetta, soprattutto quando sono più deboli e svantaggiati.

PS Se pure voi avete pensato all'inizio del video che la Katy sparasse razzi dalle zizze, tranquilli non siete malati; siamo solo vittime della PESSIMA era Lady Gaghiana e di un PESSIMO operatore "after effect" (leggasi professionista dell'effetto speciale) che poteva posizionare meglio le scintille.

Bella la metafora "sprizzo forza gioia e orgoglio come un bengala le sue lucine" tuttavia potevamo evitare l'equivochino data la causa nobilissima.

Anyway, brava Katy!

Ale!