sabato 25 luglio 2009

Berlusconiful - Aggiornato

Vi devo dire la verità: ogni giorno mi sveglio curioso di sapere quale sarà la nuova intercettazione Berlusconi-D'Addario.. Cosa arriveranno a dirsi??

Quest'oggi:


Nella prima registrazione, la D'Addario spiega di non aver fatto sesso per mesi e Papi le consiglia quindi di "fare sesso da sola", ovvero di "toccarsi con una certa frequenza".

Nella seconda registrazione, Silvio mostra alla D'Addario le "meraviglie" di Villa Certosa: gelaterie, laghetti con cigni (che però toglie per poter fare il bagno), balene fossilizzate, meteoriti e molto altro. E Papi spiega che erano state rinvenute, durante la costruzione della villa, 30 tombe fenicie risalenti al 300 avanti Cristo. E ora proprio sulla base dell'audio la capogruppo del Pd in commissione Cultura alla Camera Manuela Ghizzoni ha presentato un'interrogazione per chiedere che il ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi informi il Parlamento della scoperta di «eccezionale interesse» archeologico.

PS: Il cavaliere oggi ha affermato: "sono cose del tutto inventate", sfidando i suoi accusatori a venire a setacciare metro per metro l'intero parco di Villa La Certosa. Ma è o non è un buffone? Cioè lo SENTIAMO NELLA REGISTRAZIONE! E' LUI! Mi verrebbe da prenderlo a schiaffi!

Non so se fa più schifo:
- Berlusconi che mente e dice di mentire, così impunemente, senza problemi di coscienza e senza pensare neanche per un istante di dimettersi;
- Minzolini e il suo TG1, che non ne parla perchè non ci sono prove, e no, non le vedo, dove sono?
- Gli Italioti, che NON REAGISCONO. Niente. Li abbiamo perduti.

Basta uscire dall'Italia per vedere come figure politiche del calibro di Berlusconi, nella stessa situazione, sono state cacciate in malo modo e hanno avuto la carriera rovinata.

Io voglio sapere perchè qui il problema etico-morale


NON

SI

PONE

Ps: La Chiesa dove CAXXO è? Mi rompe i coglioni su come devo fare sesso, su chi devo amare, su come mi devo curare, si occupa della morale a 360° e su questo non si esprime?

RABBIA e FRUSTRAZIONE!

AGGIORNAMENTO: Iniziano le prese per il culo!



Lolò

8 commenti:

Gigi ha detto...

Quanto hai ragione....

Anonimo ha detto...

se accettate un consiglio libresco (è conflitto d'interessi il mio, lo so ^_^), c'è un papiello testè uscito che m'ha chiarito come mai Ruini & co non abbiano nulla da ridire sui simpatici trastulli di papi. Una lettura utile; ma consiglio di avere il maalox sottomano quando lo si sfoglia
L'unto del signore di Pinotti & Gumpel, ed. Bur, euro 11,00
Quanto al resto, sto seriametne pensando di prendere la cittadinanza laggiù e andarci a stare con un bel biglietto sola andata
http://it.wikipedia.org/wiki/Regno
_Gay_e_Lesbo_delle_Isole_del_Mar
_dei_Coralli
[speriamo che l'url si legga bene!]
gigi er libraro

Lolò ha detto...

Ahah i tuoi conflitti di interessi sono benvenuti :)

Riccardo ha detto...

A mio parere la storia delle tombe fenicie è molto più grave dei vari puttan-tour di Berlusconi, perché il fatto che Berlusconi sia un povero vecchietto arrapato lo rende certamente una persona tapina e misera; sottrarre opere d'arte e reperti archeologici invece, è un reato eticamente molto più grave per un rappresentante della nazione, perchè in questo caso si va a ledere direttamente la storia e la cultura del Paese a cui si è stati chiamati alla salvaguardia! Speriamo che in Italia ci si riesca finalmente a dare una svegliata...

Anonimo ha detto...

La sua vita privata e le porcherie che fa a letto non dovrebbero interessarci, quello che però facciamo noi gay a letto ci impedisce di avere gli stessi diritti degli altri. Due pesi, due misure.
Che paese di merda!

Peppe

Lolò ha detto...

Sì hai ragione Peppe.

Poi io nn sono un moralista: al letto può fare quel che vuole.

Però penso sia importante sapere se il presidente del consiglio è una persona seria o una persna poco onesta.

Perchè se ti batti contro la prostituzione e poi vai a puttane, oppure se difendi a spada tratta la famiglia e poi vai a puttane mentre sei sposato, oppure se menti agli italiani dicendo "sono tutte invenzioni" e poi si dimostra che non lo sono affatto, io penso che tu non sia affatto onesto, ma che tu sia abituato a dire bugie, a prendere in giro il prossimo e a non avere un briciolo di onestà intellettuale.

Poi mi domando se sia giusto che una persona così sia Presidente del Consiglio in Italia, ma questo viene dopo.
Prima di tutto chiedo solo che si sappia chi andiamo a votare. Poi se a te ti piace che una persona così guidi il paese ok, ma che si sappia. Il problema qui è che non sei neanche INFORMATO su queste cose.

Ma come si fa?

Anonimo ha detto...

“In una tarda serata del 1976, una televisione locale italiana trasmette un quiz dove i telespettatori da casa devono rispondere alle domande. Per ogni risposta corretta, una casalinga si toglie un indumento accennando una breve danza.
Il format è molto semplice e lo spettacolo è ripreso in un normalissimo bar. Il giorno seguente ci sono proteste dalle aziende locali, perché la gran parte dei lavoratori uomini sono arrivati in ritardo al lavoro.
Nessuno allora avrebbe potuto immaginarsi che quello spettacolo in bianco e nero sarebbe stato l’inizio della rivoluzione televisione che avrebbe per sempre alterato l’intero sistema politico italiano, cambiando i valori e divenendo un potente strumento di governo per la nazione.
In una videocrazia la chiave per il potere è il possesso dell’immagine… (continua). Le persone che ne imparano ad utilizzare gli strumenti e ne comprendono i codici divengono leader prendendo il controllo. In Italia un uomo tiene il controllo ed il dominio dell’immagine da tre decenni, all’inizio come uomo d’affari e magnate televisivo, poi portando il suo paradigma culturale televisivo nella politica. Silvio Berlusconi ha creato una televisione che rispecchia il suo personalissimo gusto e le sue preferenze.
Oggi l’80% della popolazione italiana ha la televisione come prima fonte di informazione. La televisione è stata trasformata consapevolmente in un canale di marketing che raggiunge direttamente oltre 50 milioni di abitanti dicendo alle masse: “divertitevi e dimenticatevi la dura realtà”. La cosa più importante è essere notati; il regno delle star, i soldi e l’ammirazione delle persone arriva automaticamente.
Il regista Erik Gandini, nato e cresciuto in Italia, vive in Svezia e in “Videocracy” ritorna al suo paese osservando le conseguenze del flusso ininterrotto di immagini colorate, musica e ragazze quasi nude che ballano ed incoraggiano il pubblico a “divertirsi”, cioè il messaggio che ha formato e trasformato la sua generazione in cittadini della repubblica televisiva italiana, un paese dove il passo da showgirl a ministro delle pari opportunità è una cosa naturale. Cosa succede quando il divertimento non è più divertimento in una società governata dall’apparenza e dalla superficialità, dove il significato della parola scritta e parlata ha perso per sempre la sua importanza, sconfitto dalla forza dell’immagine?”
[dal comunicato stampa di presentazione di questo documentario, che passerà al festival di venezia tra un mesetto o poco più]
http://www.youtube.com/watch
?v=-9AXQGGkgK8

gigi er libraro

Anonimo ha detto...

perchè v'ho segnalato sto docu-film? beh, è un modo per cercare di capire com'è che siamo caduti così in basso
l'ho visto in anteprima, ed è un film dell'orrore. Non di fantasia, purtroppo
gigi er libraro